Trama: Ivan – Malia Delrai

Forse lui l’avrebbe usata e buttata via, perché era questo che Ania era, una bambola rotta, un oggetto di piacere letale.

Era nata per esserlo e soffrire ora non sarebbe valso a cambiare qualcosa, però gli avrebbe lasciato il segno delle unghie addosso, avrebbe solcato la sua pelle allo stesso modo dei tatuaggi che gli disegnavano il corpo. Se lui era assoluto, lei sarebbe stata l’estasi. Ivan Volkov era suo.

Ivan Volkov è uno dei killer più temuti della Russia per ferocia e precisione. Lui è un Lupo di Tambov e il
migliore amico di Roman Nevskij. Non ha mai fallito un obiettivo, mai, da quando ha conosciuto ed è
diventato il braccio destro del leader della Tambovskaja, la mafia russa di San Pietroburgo.

Perciò si trova spiazzato quando a puntargli la pistola contro il torace è la figlia dell’uomo che dovrà uccidere e che lo sfida con i suoi occhi da assassina: lei non è poi così diversa da lui. A sconvolgere l’uomo è la proposta che la ragazza gli fa: del sesso in cambio della vita. Lo sguardo di Ania Mikhajlova sembra schernirlo e il sorriso malizioso che gli lancia lo provoca e vuole fargli superare ogni limite.

Due assassini a confronto, anime affini, spiriti sconfitti dall’assenza di umanità. Nessuno di loro è disposto a perdere, in una lotta di passione e di violenza reciproca. Perché l’unico modo che hanno per sopravvivere è uccidere, anche quando si tratta di sentimenti.

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Recensione: Ivan - Malia Delrai

Ania e Ivan, Ivan e Ania. Cosa hanno in comune queste due persone? Sono due killer spietati che hanno perso la loro anima omicidio dopo omicidio.

Sono un uomo ed una donna alla quale la vita gli ha insegnato che i sentimenti non sono cosa buona per due come loro che fanno quel tipo di lavoro. Ma Ania ha un’ossessione e la sua ossessione è Ivan Volkov, il più spietato assassino che è fedele al suo capo Roman.

Ania è persa e cotta di lui dall’età di undici anni, lo segue, lo studia, lo guarda da lontano come se fosse la sua unica ragione di vita; e crescendo si ritrova davanti alla situazione di poterlo avere accanto anche solo per una volta. Il suo cuore e il suo desiderio sono quelli di avere Ivan Volkov almeno una volta, e magari farlo suo per sempre.

“Il demonio probabilmente avrebbe avuto le sembianze di Roman Nevskij, ma l’Inferno no, l’Inferno sarebbe stato come Ivan Volkov. Arido, vuoto, senza senso. Perché non c’era niente da sentire, da provare.”

Ho amato questa coppia fino all’inverosimile, a volte mi sono chieste se due anime così rotte possano provare qualcosa per un altro essere umano. In Roman abbiamo visto l’amore di Ivan nei suoi confronti, quasi un asservimento, una devozione.

Ma con l’arrivo di Ania cambiano le carte in tavola. Ania è una donna determinata a conquistare ciò che ritiene suo, mentre Ivan è un uomo che non si lascia coinvolgere emotivamente senza pesare bene quello che ha davanti.

“Non ho detto di avercelo diverso, ho detto che sarà l’unico che succhierai da oggi in poi.”

In questo romanzo ci si ritrova davanti ad un amore diverso, non il solito amore sdolcinato, magari come
quello di Selene e Roman, che poi così tanto sdolcinato non è, ma ha quella nota agrodolce che invece Ania e Ivan non hanno. Il loro amore va a toccare corde che pensi che non ci siano nell’anima di una persona.
Ania e Ivan quando sono insieme arrivano quasi ad annullarsi, perché la passione che li caratterizza è
davvero forte da annullare tutto il resto.

Passione e sesso da favola sono le caratteristiche di questo romanzo e vengono incorniciate da una storia che vi toglierà il fiato. Allacciate le cinture, questa è una storia da montagne russe. Ahahah

 

Buona lettura,

Recensioni Young Adult.

Ivan - Malia Delrai

Ringraziamo di cuore tutti quelli che continueranno a sostenerci seguendoci e per chi farà una piccola donazione! Grazie di cuore!