Trama,

Più forte di ogni addio – Enrico Galiano

È importante dire quello che si prova, sempre. È importante dirlo nel momento giusto.
Perché, una volta passato potremmo non trovare più il coraggio di farlo. È quello che scoprono Michele e Nina quando si incontrano sul treno che li porta a scuola, nel loro ultimo anno di liceo. Nina sa che le raffiche di vento della vita possono essere troppo forti per una delicata orchidea come lei: deve proteggersi ed è per questo che stringe tra le dita la
collanina che le ha regalato suo padre.

Per Michele i colori, le parole, i gesti che lo circondano hanno un gusto sempre diverso dal giorno in cui, cinque anni prima, ha perso la
vista.

Quando sale sul treno e sente il profumo di Nina, qualcosa accade dentro di lui: non sa che cosa sia, ma sente che lo sta chiamando. Ogni giorno, durante il loro breve viaggio insieme, in un susseguirsi infinito di domande e risposte, fanno emergere l’uno nell’altra lo stesso senso di smarrimento.

Michele insegna a Nina a non smettere di meravigliarsi ogni
giorno. Nina insegna a Michele a non avere rimpianti, che bisogna sempre dare l’abbraccio e il bacio che vogliamo dare, dire le parole che non vediamo l’ora di pronunciare.

Ma è proprio Nina, quando un ostacolo rischia di dividerli, a scegliere di non dire nulla.

Di fronte al momento perfetto, quello in cui confessare che si sta innamorando, resta ferma. Lo lascia sfuggire. Nina e Michele dovranno lottare per imparare a cogliere l’istante che vola via veloce, come la vita, gli anni, il futuro.

Dovranno crescere, ma senza dimenticare la magia dell’essere due ragazzi pieni di sogni.

Abbiamo aperto per tutti i lettori più accaniti uno shop on line.

Non c’è niente di più bello di una felpa calda mentre si legge un buon libro.

Che ne dite di una bella tazza di cioccolata bollente mentre assaporate le parole della vostra autrice preferita?

O magari di un bel berretto per ripararvi dal sole, mentre leggete all’ombra di un bel cipresso, o sotto un olivo.

Il tutto lo potrete personalizzare con ciò che vi fa più piacere.

Siamo lieti di avere il nostro marchio a portata di indumento o oggetto.

RecensioniYoungAdult vi Ringrazia.

Recensione

Più forte di ogni addio – Enrico Galiano

Questo libro ho iniziato a leggerlo perché nelle vacanze estive è stato dato come compito a mio fratello che frequenta la seconda superiore, fino a quel momento non sapevo neanche
dell’uscita nelle librerie.

Devo dire che mi ha davvero sbalordito questa storia. Potente. Istruttiva. Solo adesso che l’ho finito ho capito del perché era stato dato a un quindicenne da leggete, ti insegna qualcosa,
un pensiero molto profondo e se leggi attentamente anche uno stile di vita ne puoi ricavare.

Ci fa capire l’importanza di alcune cose, delle relazioni tra persone, dell’amore in generale non solo tra uomo e donna, ma tra amici, in famiglia, l’amore quello che ci avvolge nella vita quotidiana.

E’ che ogni giorno che passa mi rendo conto che praticamente tutti avrebbero bisogno di coraggio. Glielo vedi negli occhi che hanno un progetto che non hanno ancora trovato il coraggio di realizzare, un ragazzo con cui non hanno trovato la forza di provarci o, come me, qualcosa da andare a dire a qualcuno, e che non ci sono mai riusciti

La storia parla di Michele diventato cieco dopo un incidente, diciottenne con un sogno infranto, e Nina diciassettenne molto sensibile, una di quelle ragazze talmente profondo che ti potresti perdere.

Lui è il coraggio in persona questa è la sola parola che lo può racchiudere, con il suo amico Carlo che sembra un po’ svampito ma credo che sia il migliore amico di sempre.

Lei un po’ una testa calda, combattiva, che non si arrende ma che a volte la sua spavalderia le fa prendere direzioni un po’ burrascose.
Le loro storie si intrecciano in un modo assurdo, il loro tempo è molto prezioso e lo sfruttano a pieno, ti lascia a bocca aperta sapere che solo dodici minuti ti possono cambiare un’intera giornata.
Nelle pagine troverete dei veri e proprio monologhi sulle questioni esistenziali della vita stessa.
Ci saranno consigli che forse è bene annotare per un futuro prossimo.

Viene affrontato il mondo da una persona che prima ha visto ogni cosa e poi ad un certo punto diventa tutto buio. Una visione del mondo che cambia dopo aver perso tutta la perfezione che potevi avere nella tua vita. Come cambiano le cose dopo un Big Bang come lo definiscono loro.

Io credo, sai, che voi non ci vediate. Vi passiamo davanti, ci sbracciamo perfino, a volte. Ma voi non ci vedete.» «Cioè?» «Non lo so, forse sbaglio a parlare al plurale, forse dovrei dire solo quello che sentivo io in quel periodo.

È che ogni tanto mi sembra che voi vi costruiate un’idea di noi, un’immagine, una cosa tutta vostra, fatta forse con le vostre aspirazioni, basata su come ci vorreste, solo che quell’idea non siamo noi, noi siamo un’altra cosa.

Ed è proprio quella la parte più difficile, quella che ci fa scappare, che ci fa chiudere la porta a chiave e non rispondere ai messaggi, quella sensazione bruttissima come di avervi… deluso. Quando vediamo che siete
delusi non per qualcosa che facciamo, ma per qualcosa che siamo. È per questo motivo che poi smettiamo davvero di parlare con voi

Ci troviamo a domandarci come potrebbe esser affrontare una determinata situazione, a come potremmo reagire e a cosa ci fa soffrire e invece cosa ci dà gioia.

Mi disse che non è tanto il buio, il problema: è il silenzio. Che non sapeva come funzionava per gli altri, ma quello che gli faceva più paura era il silenzio.» «Il silenzio.» «Sì. Disse che, se sei cieco, è così che il mondo si spegne: che è col silenzio che non sai cosa succede, è allora che devi spaventarti, perché, finché il mondo fa rumore, bene o male lo puoi decifrare, ma il silenzio no. “Il silenzio è brutto”, disse. “Il silenzio fa schifo.

Nina ci fa capire quanto sia importante esser viste davvero dentro e non solo esteriormente, capire cosa ci sia dentro una persona, cosa può provare e cosa la fa esser così com’è.

Tutto molto profondo, forse troppo. Sono convinta chemio fratello non riuscirebbe comunque ad apprendere in pieno quello che il libro vuole farci capire.

Il difficile non è tanto vedere. È farsi vedere. Far sì che qualcuno ti veda. È una faccenda che riguarda tutti, mica solo i ciechi. Tutti sappiamo che gli altri sono lì, tutti sappiamo che ci guardano, ma allo stesso tempo quante volte ci sentiamo invisibili, quante i nostri gesti sembrano inutili, le nostre parole mute: è così dannatamente difficile trovare qualcuno che, semplicemente, ci veda.

Qualcuno che ci metta dentro il pezzo di mondo che i suoi occhi ritagliano ogni istante. Be’, una volta che lo trovi, quel qualcuno, c’è solo una cosa che puoi fare:
tenertelo stretto. Chiunque sia, da ovunque venga, qualsiasi cosa abbia fatto prima di passare
dalle tue parti, fregatene. Se trovi qualcuno che ti vede, apri quegli occhi, ringrazia il cielo e fai
altrettanto con lui

Su questa storia c’è molto da riflettere, dovrei copiare quasi tutto il libro per rendere l’idea della sua potenza, ma forse è meglio che vi dica di leggerlo tutto.
In un certo senso mi sono sentita più forte e piena di buoni propositi dopo averlo letto, e vorrei avere anche io delle mollette rosse, o forse vorrei più riceverle.. non saprei.

Mi sono commossa e mi ha lasciato senza fiato, ogni riga va assaporata fino in fondo e non c’è niente che non si riesca a dimenticare di queste parole.
Devo solo dire “Bravo Enrico, ci hai preso in pieno, con questo libro puoi fare la differenza su qualsiasi persona.”.

[kkstarratings]

Più forte di ogni addio – Enrico Galiano

Buona lettura,Chiara

Se ti è piaciuta questa recensione ti consiglio di acquistare questo libro direttamente su Amazon in maniera facile e sicura Cliccando qui

Ringraziamo di cuore tutti quelli che continueranno a sostenerci seguendoci e per chi farà una piccola donazione! Grazie di cuore!