Titolo : VORREI SOLO FIDARMI DI TE

 
Autore : Kennedy Ryan
 
Casa Editrice : Newton Compton Editori
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Leggi la nostra Privacy Policy.

Recensione

VORREI SOLO FIDARMI DI TE – Kennedy Ryan

Salve readers, finalmente ho potuto leggere il terzo volume della Shot Series di Kennedy Ryan, e vi assicuro che è valsa la pena aspettare. 

Il primo mi aveva fatto a pezzi il cuore, il secondo me lo ha ricucito, ma il terzo me lo ha strappato dal petto definitivamente! 

La Kennedy scrive in un modo che rende impossibile non entrare in empatia coi protagonisti e il loro dolore o le loro gioie, l’uso dei versi de Il Cantico Dei Cantici poi l’ho trovato geniale  e meraviglioso. 

Mi ha fatto versare fiumi di lacrime, e non mi capita spesso.

“«Senti le mie parole nella tua bocca», dice e io lo faccio. Le sillabe che lei mormora vibrano sulle mie labbra, tremano sulla lingua. 

«Senti il mio potere nelle tue vene». Mi stringe la mano e sento nel sangue il fulmine che aveva squarciato il cielo ore prima. 

Mi rivolge un’occhiata veloce e un sorriso soddisfatto, probabilmente a causa dell’espressione che legge sul mio viso. Meraviglia. 

«È il potere della linea mai spezzata», spiega con tono gentile. «Due donne della nostra stirpe, insieme. È una cosa potente». Torna a guardare davanti a sé, poi il cielo, che ora è sereno e aspetta il suo comando. 

«Sai chi sono», dice con tono deciso e sicuro. «Sono qui per rendere noto il mio giudizio. L’anima di quest’uomo è in bilico». 

Alle parole di MiMi, una brezza rinfresca l’aria estiva. «Sono qui per posare una pietra a favore della sua discesa all’inferno. Mentre comincia il suo viaggio, gli rivolgo queste parole». 

Apre gli occhi e volta lentamente il capo per guardarmi. Succede proprio quello che aveva detto. Sento il potere nelle vene. E pronunciamo con incredibile simultaneità le parole che sento sulla lingua. «Non avrà pace», esclamiamo all’unisono.”

 

Questo terzo volume: Vorrei solo fidarmi di te, tratta un argomento per me molto delicato, come donna e come mamma… 

Comincia mettendo in risalto le difficoltà di un padre che ha appena divorziato da una moglie fedifraga, che per il bene di sua figlia si trasferisce temporaneamente a New York, e il disagio di una ragazza, stufa del sesso senza coinvolgimento, ma in questa storia, c’è molto, molto di più. 

C’è la consapevolezza di non essere stata abbastanza per chi avrebbe dovuto amarti incondizionatamente, ci sono i riti woodoo ad aiutare la mente iper ricettiva di Lo, ci sono le sedute di psico-analisi per aiutare un adolescente ad accettare la separazione dei suoi, ci sono le sedute di gruppo per una giovane donna che non è mai affrontato il suo stupro…

Vorrei solo fidarmi di te è un viaggio a ritroso, doloroso e difficile, alla ricerca della “guarigione”.

“E come ha già fatto inspiegabilmente più volte, il cielo, il mio veggente, mi ha parlato. Guarda su. In una bella giornata d’autunno avevo alzato gli occhi al cielo e visto un arcobaleno di fuoco. 

È talmente raro che molte persone non lo vedono nemmeno una volta nella vita, archi di colore sfumati, infiammati dal sole che squarciano le nubi. Un arcobaleno è un ponte tra il Paradiso e la Terra.

E quello era infuocato.”

 

Kenan, Il Gladiatore, è un giocatore di pallacanestro, ligio al dovere, rispettoso dentro e fuori dal campo da gioco, padre affettuoso e marito fedele, ma sua moglie non è felice e lo tradisce con un suo compagno di squadra, che lui credeva un amico. 

Quando la tresca viene fuori e la notizia arriva ai giornali, le loro vite vengono messe alla berlina in ogni modo possibile, creando fastidio a lui, che è un uomo estremamente riservato, visibilità a lei, che non vede l’ora di poter partecipare a un talent, e vergogna, bullismo e incertezze alla figlia quattordicenne.

Kenan, non vuole più riporre fiducia in una donna, non vuole più essere tradito, raggirato, usato, ma da quando due anni prima aveva incontrato per caso Lotus in una camera d’ospedale ai piedi del letto di August, non è più riuscito a togliersela dalla testa.

“Guarda in alto.  È a malapena un sussurro che sento nonostante il grido.

Guarda in alto.  Quel sussurro, lo sento di nuovo, mi sprona, è pressante, e, attraverso il dolore e il rumore, guardo il cielo. 

Due nuvole vicine piano piano si separano. Proprio come una bocca che si apre per rivelare il sole dietro di loro, e anche la mia bocca si apre insieme alle nuvole. E alla fine la mia voce inonda il campo in rovina.

«Campaaaaaaaaaaaaaaaaana!»”

 

In compenso neanche Lotus si è scordata di lui, ha passato gli ultimi due anni a evitarlo, a rifiutare i suoi tentativi di conoscerla, ma non aveva messo in conto che essendo un atleta piuttosto famoso, la casa di moda per la quale lavora, avrebbe potuto chiedergli una collaborazione, è così è stato. Ma Kenan arriva nella vita di Lotus in un momento in cui lei sta cercando di fare i conti con il passato, lei non ha mai scordato quel pomeriggio in Lousiana di tredici anni prima. 

Ogni maledetto dettaglio è impresso nella sua mente: l’odore di canne da zucchero marce, la paura, la vergogna, il bruciore che le ha strappato l’innocenza e il dolore per essere stata abbandonata da chi avrebbe dovuto difenderla sempre e da chiunque. 

Ora, a venticinque anni, Lotus non riesce più a fare sesso con un uomo senza sentirsi vuota, senza rievocare quei momenti terribili, senza finire accartocciata su se stessa in lacrime sotto una doccia…

La mente di Lotus è satura, ha bisogno di affrontare quello che le è successo, di capire, ma parlarne per lei non è facile, e intanto decide di smettere di fare sesso. Lei rinuncia alle gioie del sesso e Kenan entra nella sua vita. 

A Lotus sembra che il mondo cospiri contro di lei, ma mano a mano che si conoscono senza la pressione del sesso, entrambi capiscono di non poter più rinunciare l’uno all’altra.

In Vorrei solo  fidarmi di te, i protagonisti si trovano ad affrontare tante cose, tantissime, e fino alla fine l’happy ending non è scontato, ma con un pizzico di pazienza, tanto amore e una spolverata di woodoo tutto si risolve. 

Io l’ho trovato un libro bellissimo, ora sta a voi leggerlo, ma vi avverto se argomenti come gli abusi sessuali su minori o il suicidio, non sono di vostro gradimento, allora questo libro non fa per voi, in caso contrario prendete i fazzolettini  e teneteli a portata di mano, vi serviranno. Buona lettura, Jenny.

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Trama

VORREI SOLO FIDARMI DI TE – Kennedy Ryan

Divorziato. Padre single. Venduto a una squadra di perdenti. Tradito, ingannato, umiliato. La mia vita perfetta è crollata davanti ai miei occhi e sto ancora raccogliendo i cocci. L’ultima cosa di cui ho bisogno è lei. 

Una tempesta. Uno spirito libero. 

Una donna a cui non so resistere.  Lotus DuPree è un pugno allo stomaco e ha rappresentato un ostacolo ai miei piani sin da quando ho incrociato il suo sguardo per la prima volta. 

Mi sono ripromesso che non mi sarei mai più fidato di una donna, ma non ho mai desiderato nessuno come desidero Lo. L’istinto mi dice che è un errore, ma è un rischio che devo correre. 

Un guerriero. Un giocatore di basket. Lo chiamano Gladiatore. Kenan Ross è piombato nella mia vita con il suo profumo meraviglioso, la sua bellezza straordinaria, e mi ha tolto il fiato dal primo momento. 

È l’ultima cosa di cui ho bisogno. Sto lavorando su me stessa. 

Sto affrontando il mio dolore e sto vincendo i miei demoni. Mi sono fidata di un uomo in passato e ho visto come va a finire. Non. Ho. Tempo. Per. Questo. Ma continua a cercarmi. 

Continua ad abbattere le mie difese e a disinnescare le mie scuse una per una. Non si arrende mai e ora… non sono sicura di volere che si arrenda.

VORREI SOLO FIDARMI DI TE – Kennedy Ryan
Buona lettura, JENNY.

Se ti è piaciuta questa recensione ti consiglio di acquistare questo libro direttamente su Amazon  Cliccando qui

Ringraziamo di cuore a tutti quelli che continueranno a sostenerci seguendoci e per chi farà una piccola donazione! Grazie di cuore!

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?