Titolo: ASPETTAVO SOLO TE
 
Autore: Jessica Clare
 
Casa Editrice: Newton Compton Editori

Recensione

ASPETTAVO SOLO TE – Jessica Clare

Salve readers, questo è il secondo libro del mio afoso venerdì, ed è assolutamente diverso dal primo che ho letto oggi, Aspettavo solo te, primo volume della Billionaires & Bridesmaids Series della bravissima  Jessica  Clare, è uno spasso!

Avendo già letto il secondo volume, sì lo so che lo faccio spesso, non mi aspettavo una storia così divertente e ironica. 

La scrittura della Clare non si è smentita neanche per un secondo, ma la vena particolarmente ironica di questo libro mi ha particolarmente colpito.

“Ormai vedeva tutto nero e rosso… e a pois bianchi.

A pois?

Si sentì afferrare da un forte braccio e si ritrovò con la faccia premuta contro un seno. Un seno vero. Ebbe a malapena il tempo di rendersene conto, quando le tenebre gli invasero la mente e lui cedette.

«Respira», gli strillò una voce in un orecchio e poi sentì delle labbra premute contro le sue. L’aria gli entrò a forza nei polmoni – cazzo, che male – e di colpo l’acqua salata gli risalì in gola e nel naso e dovette voltare la testa di lato per sputare. 

La testa gli faceva un male cane e aveva ricominciato a vedere i pois bianchi, anche se ora sotto la schiena sentiva della sabbia. Poco per volta, con gli occhi ancora appannati, cercò di mettere a fuoco.

 

Usando i pov alternati Aspettavo solo te mi ha raccontato quella che potrebbe essere la storia di mia figlia, anche lei come Marj, la protagonista, è alta un metro e ottantacinque e i ragazzi sono intimiditi dalla sua altezza, quindi le girano al largo.

La giovane Marjorie, è cresciuta coi nonni, da quando a due anni ha perso entrambi i genitori. 

È cresciuta attorniata da persone anziane e la sua insolita statura ha contribuito a far sì che quello fosse l’unico ambiente in cui si sentiva a suo agio. 

Alla morte dei nonni ha lasciato l’università e a cominciato a lavorare in una tavola calda, dove ha conosciuto Bronte, la sua migliore amica che le ha chiesto di farle da damigella al suo matrimonio.

Robert Cannon, non è una cattiva persona, è solo un disilluso, cresciuto in una casa famiglia da dove è dovuto andare via appena compiuti i diciotto anni, ha imparato presto a pensare solo a se stesso. 

Non ha mai pensato a come le sue azioni avrebbero fatto sentire gli altri, finché una bellissima amazzone bionda non gli ha salvato la vita prima che annegasse.

Chino su di lui disteso sulla spiaggia c’era un angelo, un angelo con una spruzzata di lentiggini sul naso, la mascella forte, i capelli biondi bagnati e arruffati e il costume a pois più brutto che lui avesse mai visto. E gli sorrideva.

Quell’angelo l’aveva salvato, e lo guardava con aria tanto timida e fiera al tempo stesso che Rob sentì gonfiarsi il cuore.

Si era innamorato.”

 

Marj è lontana anni luce dalle donne alle quali normalmente si accompagna Rob,  producendo Network televisivi, è sempre attorniato da modelle, attrici e aspiranti tali, disposte a tutto pur di attrarre la sua attenzione e avere la loro possibilità di diventare famose. 

Lei invece non è abituata ad avere l’attenzione degli uomini, nessuno le ha mai detto di apprezzare la sua altezza, nessuno l’ha mai fatta sentire bella… finora.

“La curiosità ebbe la meglio e lei si sporse in avanti, stando attenta che restasse fermo. Lui però dormiva profondamente, quindi sollevò la coperta.

Rob era completamente nudo.

Oh… cavolo. Wow. A parte quelli in televisione e su Internet, era il primo pene che vedeva, ed era impressionante. 

Giaceva su una coscia, duro, con la punta un poco più scura rispetto al resto dell’asta. 

Marjorie notò alcune vene che lo percorrevano fino ai peli ricci alla base e alle palle.

Uh.

Rimase a fissarlo per un minuto buono, prendendo mentalmente le misure.

Non c’era mica una lunghezza standard? Non ricordava quale fosse la media ma, a meno che non si sbagliasse, il pene di Rob era più lungo della sua mano. 

Pensò anche di allungarla per fare un confronto, ma non voleva svegliarlo. A malincuore, riabbassò la coperta e uscì dalla stanza in punta di piedi.”

 

Aspettavo solo te, ci racconta con un tono decisamente ironico, come a volte ciò che appare sia più importante di ciò che è, Marj si è dovuta scontrare con una realtà ben diversa da quella che credeva, così come Rob ha dovuto imparare cosa contasse davvero per lui.

“Di quel passo, si sarebbe meritato una medaglia per la santità.

Sentì qualcosa sfiorargli il piede e, con un guaito, si accostò a Marjorie.

«Cosa cazzo è stato?».

Lei ridacchiò. «Il mio piede».

«Cristo, non farlo mai più». Aveva il cuore a mille.

«Hai proprio paura, eh?» «Ho la sindrome post-traumatica da stress da quando sono quasi annegato la settimana scorsa. Finché l’acqua mi arriva alla caviglia va tutto bene, ma poi no.

Cazzo, non mi faccio più neanche il bagno. Solo la doccia».

«Povero bambino», lo canzonò lei e gli cinse il collo con le braccia. «Ci sono qui io. Puoi aggrapparti a me se vuoi».

«Ah sì?».”

 

Io ho riso di cuore leggendo questa storia, ora tocca a voi, buona lettura, Jenny.

 

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Trama

ASPETTAVO SOLO TE – Jessica Clare

Marjorie Ivarsson è l’immagine dell’ingenuità. È una cameriera che lavora sodo ed è stata cresciuta da sua nonna. Una serata al bingo è la sua idea di socializzazione. 

Ma quando viene invitata come damigella al matrimonio della sua amica Bronte, entra in un mondo tutto nuovo. 

Trascinata sull’isola privata dello sposo miliardario, Marjorie è accecata dal lusso e dal glamour. 

Ma quello che la sconvolge di più è Robert Cannon, famigerato playboy e pezzo grosso del piccolo schermo. 

Quando Marjorie lo salva dall’annegamento nella laguna turchese dell’isola, non può fare a meno di essere attratta da lui. 

Ma non è l’unica vittima del suo fascino, e con i modi da donnaiolo impenitente di Robert, non potrebbero essere peggio assortiti. 

Ma la loro attrazione infuocata comincia a essere difficile da ignorare. Su un’isola così idilliaca, romantica e irresistibile, gli opposti finiranno per attrarsi?

ASPETTAVO SOLO TE – Jessica Clare
Buona lettura, Jenny

Se ti è piaciuta questa recensione ti consiglio di acquistare questo libro direttamente su Amazon  Cliccando qui

Ringraziamo di cuore tutti quelli che continueranno a sostenerci seguendoci e per chi farà una piccola donazione! Grazie di cuore!

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?