Titolo : STAND BY ME
 
Autore : BIANCA MARCONERO
 
Casa Editrice : Self Publishing

Recensione

STAND BY ME – BIANCA MARCONERO

Salve readers, come ormai avrete capito gli Sport Romance mi piacciono un sacco, mentre mi piacciono sicuramente meno gli Young Adult, preferisco decisamente le storie tra adulti, ma lo Sport Romance e Young Adult di cui vi parlerò oggi, avrà un posto speciale nel mio cuore: Stand By Me di Bianca Marconero mi ha conquistato a più livelli. 

Ho letto spesso elogi nei confronti di questa autrice, sia da parte dei suoi lettori, che da parte di altre autrici che stimo particolarmente, ma non ero ancora riuscita a leggere niente di suo prima di oggi. 

Ho voluto cominciare da Stand By Me non solo perché è uno degli ultimi, ma proprio perché rientra in un genere che non amo, volevo capire il suo modo di scrivere senza farmi influenzare da un genere di mio gradimento. 

Il risultato direi che è ovvio, la adoro!

Thomas e Michele mi hanno guardato malissimo. Greg si è portato una mano alla fronte, quasi stesse gestendo un’emicrania fulminante. 

Le spalle aperte sembravano una minaccia e le braccia contratte parevano lottare con il desiderio di fare a pezzi qualcosa. E ho capito che quel qualcosa ero io.

«Vallesi, vediamo di capirci», ha ripreso, e il suo sforzo per trattenere il tono mi ha fatto più paura del resto. 

«Questa idea di partire è una cazzata, okay? E io non ho tempo di star dietro alle tue cazzate. Il prossimo anno ho la maturità. 

Mio padre mi sta addosso, e voglio pure vincere il campionato. Quindi», ha detto puntando l’indice verso di me, «adesso tu mi giuri che non parti, e io dimenticherò questa cosa bruttissima che hai fatto», ha concluso serrando le labbra «nel senso che ti perdono, okay?».

 

La Marconero mi ha raccontato Stand by Me a pov alternati permettendomi di capire i due protagonisti fino in fondo, ma preservando una certa dose di mistero che mi spingeva ad andare avanti per poter capire meglio quel particolare atteggiamento o quella certa azione. Un linguaggio immediato, una scrittura scorrevole e leggera, una sapiente capacità di caratterizzazione dei protagonisti e la maestria nell’enfatizzare le loro emozioni, hanno fatto sì che io trasgredissi alla mia stessa regola “niente tecnologia a tavola”, dovevo finire di leggerlo e il pranzo non poteva impedirmelo, con buona pace dei miei figli che ne hanno approfittato per imitarmi.

Penso a lei e la rivedo com’era ieri notte, con quella stupida casacca fluorescente e sull’orlo delle lacrime. 

Ripenso alla trasformazione a cui ho assistito e quasi non ci credo. Ho visto una persona sul punto di spezzarsi, trasformarsi in una specie di esplosione nucleare.

Lei ha capito prima di tutti, si è buttata prima di tutti. Io avrò anche ripescato Michele, ma è stata lei a ripescare me, perché mi sentivo ancora sott’acqua.

 

Arianna, è una brava figlia e un ottima studentessa, vive nella dependance della villa dove il padre lavora come giardiniere e dove il figlio del padrone di casa la odia. 

La vita di Arianna coi suoi coetanei è molto difficile, viene emarginata e presa in giro, perché non si veste alla moda e per l’autismo di suo padre, lei è quella “sfigata”, quella da bullizzare.

Gregorio, è il classico ragazzo viziato che grazie ai soldi di papà crede di poter fare quello che vuole e che tutti debbano obbedirgli, e quando ciò non avviene si vendica. 

Ma Greg non è solo questo, è anche un cestista di alto livello, un buon studente e un ottimo amico. 

È un bambino ferito nel corpo di un gigante che non sa gestire le sue emozioni, che non riesce ad accettare i cambiamenti perché lo scombussolano. 

Gregorio è come un Book fotografico dove il soggetto è sempre lo stesso ma in mille sfumature diverse.

Finalmente compare. Entra in fretta come se avesse preso la rincorsa. Arriva sul lato del mio letto. 

È curva, come se portasse uno zaino pieno di sassi. Ha i capelli scarmigliati, gli occhi spalancati. Mi sembra piccola e immensa.

Ripenso all’atomo. Sarà anche la cosa più minuscola che c’è, ma tu prova a dividerlo, e prova a stare nei paraggi. 

Provaci a restare, non dico saldo, ma anche solo vivo, mentre assisti a quell’esplosione.

E capisco che, per poterle dire quanto sono incazzato, deluso e mortificato, prima di rinfacciarle che tutto il mio dolore – non solo quello fisico – è stato colpa sua, devo arginare l’esplosione. 

Devo mettere a tacere il cuore.

È una questione di priorità.

Dopo magari mi incazzo, ma prima mi sa che mi tocca baciarla.

Prima devo baciarla o muoio.

 

Greg non ha alcun motivo reale per odiare tanto Arianna, lei al contrario con tutte le cattiverie che gli ha fatto ne ha tutte le ragioni, ma è solo dopo un incidente non dipeso da loro, che costretti alla vicinanza toccheranno definitivamente il fondo prima di iniziare a risalire, insieme.

Ho adorato la maturità di Arianna, il suo modo di accettare anche le cattiverie pur di ottenere il futuro che sogna da sempre, ma ho apprezzato anche il modo in cui Greg pur non capendo perché, difende Arianna, la protegge e la sprona. 

Stand By Me è sicuramente un libro che consiglio, quindi cosa aspettate?

Buona lettura, Jenny.

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Trama

STAND BY ME – BIANCA MARCONERO

Gregorio ha tutto quello che gli altri vorrebbero: amici, denaro e talento nel basket.

Trascorre le estati collezionando ragazze, ma finisce per rimettersi sempre con Carolina, la sua fidanzata storica, non appena si avvicina il Natale.

Non ha desideri a parte uno: vendicarsi di Arianna, la figlia del custode.
Arianna non ha niente di ciò che gli altri vorrebbero. 

È quasi invisibile, ha un’unica amica e un padre spesso oggetto di commenti feroci. Arianna vuole diplomarsi e trasferirsi negli Stati Uniti per frequentare il college dei suoi sogni.

Ha molti desideri e una speranza: sopravvivere alla vendetta di Gregorio.
E magari scoprire perché è tanto arrabbiato con lei.

Eppure, tra una partita di basket e una corsa in moto, tra compiti in classe e feste in piscina, qualcosa nei loro sguardi comincia a cambiare. 

E se è vero che fuggire da quelle occhiate può sembrare doloroso, fermarsi e ricambiare rischia di essere straziante. Perché Arianna ha un ragazzo in California.

Perché Gregorio ha già deciso di tornare con Carolina, entro Natale.
Perché, quando entrano in gioco i sentimenti, si può solo sperare di non soffrire troppo.

Una storia di amicizie che sfidano tutto, di abbracci rubati, di baci impressi sul cuore e di un odio dichiarato che però assomiglia tantissimo all’amore.

STAND BY ME – BIANCA MARCONERO
Buona lettura, Jenny.

Se ti è piaciuta questa recensione ti consiglio di acquistare questo libro direttamente su Amazon  Cliccando qui

Ringraziamo di cuore tutti quelli che continueranno a sostenerci seguendoci e per chi farà una piccola donazione! Grazie di cuore!

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?