Titolo: L’uomo giusto al numero sbagliato
 
Autore: Elle Casey
 
Casa Editrice: Amazon Crossing

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Recensione

L’uomo giusto al numero sbagliato – Elle Casey

Salve readers, come avete trascorso le feste? Avete stilato una lista di buoni propositi per il nuovo anno? 

Io dopo aver fatto un veloce bilancio delle mie letture del 2020 ho ripreso a leggere, e l’ho fatto con un libro di qualche anno fa: L’uomo giusto al numero sbagliato di Elle Casey.

Sorella (di nuovo): FAMMI MORIRE, NON FAMMI MUGGIRE. CHE HAI CHE NON VA, CORRETTORE??? PERCHÉ SEI COSÌ SCHIFOSO???

Riesco a malapena a premere i tasti per quanto sto ridendo.

Io: Chiama il loro padre e prendi un tranquillante. Verrò più tardi.

Sorella: Mi serve un telefono nuovo. Vado dal ricettatore a comprarne uno.

Io: Sarebbe una transazione interessante. Accetta carte di credito?

Sorella: RIVENDITORE, NON RICETTATORE. E voglio cavalcare il correttore automatico.

Io: LOL. Cavalcalo, sorella. Cavalcalo con foga.

Sorella: Taci. Voglio cancellare il correttore, non cavalcare. Maledetto corridore.

Deve aver rinunciato, perché è l’ultimo messaggio che ricevo da lei o dal suo corridore… ehm, correttore fuori controllo.

 

Questo libro è il primo volume della serie The Bourbon Street Boys, lasciatemi dire che cominciare l’anno con questa storia è stata un’ottima idea: è esilarante! Lo stile della Casey lo conoscevo, ma questa storia l’ho trovata particolarmente divertente. 

Un racconto ironico e moderatamente erotico, dai toni attuali, dal fraseggio spontaneo e fresco. Insomma, ho passato il mio primo sabato sera dell’anno a ridere per merito di May Wexler e l’orribile omone barbuto, Ozzie.

 

«Bene. Va tutto bene» cerco di convincermi mentre respiro come un toro infuriato. «Non ho detto: “Fammi un sessantanove”. Ho detto:

“Salutarmi”. Del tutto ragionevole. Del tutto normale, giusto? Le persone dovrebbero salutare quando se ne vanno dopo aver condiviso aragosta e vino.

Bevi con me, cena con me, salutami. È così che richiede l’educazione.» Il campanello mi distrae dalle mie razionalizzazioni. 

Vado verso l’ingresso, inciampando su uno dei miei cuscini. Finisco contro la porta e la apro appena. 

Sono piegata in due e ansimo e sbuffo come se avessi appena corso un chilometro o forse cinque. Quando vedo chi è, apro di più la porta.

Ozzie è lì in piedi, una gigantesca montagna di muscoli e sicurezza.

 

L’uomo giusto al numero sbagliato, è una storia nata da un equivoco, quando sul numero di May arriva per errore un sms da un numero sconosciuto, che lei crede essere il nuovo numero di Jenny, sua sorella maggiore. 

I messaggi che scambia con quel numero portano a varie conseguenze: May si ritrova in un locale malfamato, rischia la vita e fa, suo malgrado, la conoscenza di Ozzie.

Per tutta la narrazione May fa una figuraccia dietro l’altra, è sola da tempo e non si può certo dire che sia immune al fascino di Ozzie, che dopo essersi riappropriato della sua identità non è per niente orribile, anzi… è decisamente uno schianto! 

Una montagna di muscoli, corredata di un viso scolpito e virile, labbra piene e invitanti e occhi verde giada, belli da togliere il fiato, e a May, ogni volta che se lo ritrova davanti, fiato ne rimane davvero poco.

 

«Oooh, merda» mugola, «penso che tu mi abbia rotto una costola.» 

Mi appoggio al mio bastone, piegata in due per riprendere fiato. Non so quanto la mia incapacità di respirare sia dovuta all’allenamento e quanto all’essere spaventata a morte. Non riesco a credere di averlo appena fatto.

 

La storia per quanto mi riguarda però ha un difetto: è raccontata da un unico punto di vista, quello di May, e a me sarebbe piaciuto conoscere anche quello di Ozzie, ma a parte questo L’uomo giusto al numero sbagliato è un libro che vi consiglio di leggere, magari dopo una settimana pesante o dopo una lettura impegnata, questa storia vi alleggerirà l’animo e vi riporterà il sorriso sulle labbra. 

Quindi che altro mi resta da dirvi senza svelarvi nulla della trama? Solo: buona lettura, Jenny.

 

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Trama

L’uomo giusto al numero sbagliato – Elle Casey

Quando riceve un SMS anonimo che le chiede di raggiungerla in un bar malfamato nel centro di New Orleans, convinta che il mittente sia sua sorella e pensando che abbia perso la ragione, May Wexler decide di andare in suo soccorso. 

Perché Jenny dovrebbe trovarsi in un locale per motociclisti? E infatti Jenny non è in quel bar con i suoi bambini, e l’unica a finire nei guai è proprio May. 

Con le sue espadrillas rosa e l’amato Chihuahua nella borsetta, in quel postaccio salta all’occhio come un’insegna al neon. 

E quando qualcuno inizia a sparare, non ha altra scelta che seguire il massiccio uomo barbuto che sembra l’unico disposto ad aiutarla. 

May si ritrova così alla Bourbon Street Boys, l’agenzia di sicurezza privata gestita dal muscoloso Ozzie, che non solo le offre protezione (e anche un lavoro), ma senza barba si rivela un’eccitante distrazione. 

Presto May si renderà conto che il malvivente armato che la sta cercando non è il suo unico problema.

Un numero di telefono sbagliato l’ha messa in questo pasticcio… potrebbe averla condotta anche dall’uomo giusto?

L’uomo giusto al numero sbagliato – Elle Casey
Buona lettura, Jenny.

Se ti è piaciuta questa recensione ti consiglio di acquistare questo libro direttamente su Amazon  Cliccando qui

Ringraziamo di cuore a tutti quelli che continueranno a sostenerci seguendoci e per chi farà una piccola donazione! Grazie di cuore!