Titolo: Un magnifico sbaglio
 
Autore: Karen Morgan

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Recensione

Un magnifico sbaglio – Karen Morgan

Salve readers, oggi vi parlo di una nuova anteprima: Un magnifico sbaglio di Karen Morgan

Ormai ho letto vari libri di questa autrice, posso dire di conoscere bene il suo stile e anche in questa storia è ben riconoscibile, la sua vena sarcastica, le scene moderatamente hot e il linguaggio pulito, sono a parere mio il suo marchio di fabbrica. 

La Morgan ci presenta sempre storie molto attuali e al passo coi giorni nostri.

Un magnifico sbaglio non fa eccezione, è una storia raccontata da un unico punto di vista, quello femminile, e che mette in primo piano sentimenti ed emozioni della protagonista, senza però togliere importanza o forza a quelli del protagonista maschile.

 Questa è la storia di Valérie, giovane giornalista reduce da una delusione d’amore che l’ha devastata, e di un abbandono che non riesce ad accettare. 

Da quando suo padre è andato via di casa, lasciando lei e sua madre al loro destino, lei è rimasta orfana, perché da quel momento l’unico genitore rimasto si era chiuso nel proprio dolore e nel proprio egoismo, chiudendola fuori dalla propria vita.

 Iven, anche lui giornalista, bello, arrogante e presuntuoso,  nasconde nel suo cuore un dolore molto profondo, che sceglie di affrontare di petto, facendo il gradasso con le ragazze, di non affezionarsi a nessuna e di godere dei loro corpi ma non del loro cuore.

 I due ragazzi si ritroveranno a essere non solo colleghi, ma anche coinquilini.

Scoppiai in una risata isterica, zittendolo. Dovevo fermarlo.

«Ero sbronza, Iven! Avrò detto un mucchio di stronzate» lo dissuasi.

 «In vino veritas, in vodka figuriamocis» scherzò e io rimasi in silenzio. «Comunque, non importa. Farò finta di niente, in fondo è vero, non eri lucida.»

 

Fra i due saranno subito scintille, ma state calme, non in senso romantico. I due non si sopportano, si detestano, non perdono occasione per insultarsi e stuzzicarsi, dando il via ad una serie infinita di equivoci e incomprensioni.

Ognuno chiuso dentro il proprio dolore, ognuno con la convinzione che sia meglio non amare piuttosto che soffrire, nessuno dei due vuole avere una storia, ma non riescono a stare lontani, è come se fossero calamitati l’una all’altro.

«Be’, non importa, alla fine mi sono fatto perdonare. Quando siamo tornati a casa l’ho invitata ad andare a riposarsi e che avrei pensato io a terminare il tutto» continuò.

 «Oh, che carino!» si complimentò Claire.

«Carino?» ripetetti scettica. «Non hai idea della serata che mi ha fatto trascorrere.»

«Be’, grazie a me, però, ha conosciuto nuovi aspetti di Parigi. Le ho fatto anche da guida turistica» asserì lui.

 «Siete una bella coppia voi due. In casa saranno fuochi e fiamme» replicò Carlos.

 «A volte però le fiamme diventano rose» proseguì Claire. Arrossii in viso e mi portai alla bocca un pezzo di carne.

«Trovo difficile che le fiamme diventino fiori. Insomma, è impossibile. Sono due cose diverse.»

 

Val non vuole rischiare che lui, come tutti gli altri, la giudichi senza sapere, Iven non vuole rischiare di essere allontanato di nuovo.

Un magnifico sbaglio, ci racconta come due ragazzi feriti dalla vita in modo diverso, si trovino a vivere lo stesso tipo di dolore, lo affrontino diversamente, si sentano attratti l’uno dall’altra, ma facciano tutto quello che possono per non ammetterlo neanche a se stessi.

Gli equivoci tra loro trovano terreno fertile nei loro caratteri, nessuno dei due è propenso al dialogo pacato, al civile confronto, è solo quando il dolore di Iven raggiunge il suo apice che si confida con lei, che si mette a nudo davanti a lei, e non solo in senso figurato, ma neanche questa inaspettata vicinanza sembra essere sufficiente.

Tornò al suo posto con un sorrisetto scaltro e riprese a mangiare. Lo stesso feci io scacciando le sensazioni che la sua vicinanza mi aveva scaturito: agitazione, batticuore, paura.

«Deve essere difficile sopportarlo sia a casa che a lavoro» dichiarò Carlos.

 «Ehi, anche io devo sopportarla!» esclamò Iven.

 «Già, ma che vuoi farci.» Feci spallucce.

«Amico da che parte stai?» domandò Iven. «Sono tuo fratello, andiamo!» Carlos e Claire risero.

«Il mio amore si schiera sempre dalla parte delle donne>>proferì lei.

 

Dal canto suo Val ha finalmente capito cosa sente, ma non sa come questa nuova consapevolezza possa cambiare le cose tra loro.

Insomma se avete voglia di leggere una storia carina, che vi faccia trascorrere un paio d’ore in buona compagnia, questo è il libro giusto. Buona lettura, Jenny.

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Trama

Un magnifico sbaglio – Karen Morgan

Valérie Gauvin ha vissuto l’inferno e le persone che amava le hanno voltato le spalle per sempre, facendola sentire sbagliata. 

Decide di ricominciare da una nuova città. Ma tutto inizia a vacillare quando Iven Savard piomba nella sua vita. 

Sfacciato, bello e sicuro di sé. L’uomo che fa perdere la testa alle donne. Il passato, però, continua a bussare alla sua porta e le cicatrici sono ancora aperte. 

Iven è uno sbaglio che non può permettersi, non dopo quello che è successo a Reims…

Un magnifico sbaglio – Karen Morgan
Buona lettura, Jenny.

Se ti è piaciuta questa recensione ti consiglio di acquistare questo libro direttamente su Amazon  Cliccando qui

Ringraziamo di cuore a tutti quelli che continueranno a sostenerci seguendoci e per chi farà una piccola donazione! Grazie di cuore!