Titolo: Non cercavo l’amore: è stato lui a trovarmi!

Autore: Sara P. Grey

Genere: Contemporaneo

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Recensione

Non cercavo l’amore: è stato lui a trovarmi! – Sara P. Grey

Ciao mie care amiche di lettura come state? qui da me parecchio freddo e cosa c’è di meglio che passare un paio d’ore sul divano a leggere?

Io il weekend scorso ho deciso di passarlo così e ho scelto un libro uscito da pochissimo.

Mi ha intrigata tantissimo la copertina, e poi leggendo la trama ho detto: deve essere mio.

Detto fatto e Non cercavo l’amore: è stato lui a trovarmi! di Sara P.Grey è finito dritto dritto nel mio kindle.

Non cercavo l’amore ci racconta la storia di Isabella Macchi, una event planner che costretta dalle circostanze e dall’ex fedigrafo e vendicativo, si ritrova a volare in Sicilia per organizzare il debutto in società della quasi diciottenne Adelasia Castelli, figlia della marchesa e del principe Malsavora, e sorella di Ruggero Malsavora Castelli.

Dopo il tradimento dell’ex si ritrova senza casa e obbligata a portare con sè Titus, il suo adorabile gatto.

Già dall’arrivo in aeroporto notiamo subito che per Isabella le cose non andranno sempre per il verso giusto.

Alla fine verrà ospitata nella residenza dei marchesi per il tempo necessario all’organizzazione della festa, ovvero circa tre mesi.

Dopo le prime impressioni non proprio positive con il maggiordomo, la marchesa, tocca presentarsi al barone Ruggero, che ha già avuto modo di conoscere in un’altra circostanza.

Me la fa sudare, il maledetto, ma alla fine si decide a scrollare il capo. «Non ti manderemo via. Non siamo così crudeli. Ma stai attenta: mia madre non è comprensiva quanto me.» Sul serio? Non si era capito.

Contrariamente a quanto mi suggerisce l’istinto, compio il primo gesto veramente intelligente di tutta la giornata: taccio. Annuisco.

Lo stesso fa lui e l’accordo è sancito.

 

 

Sia la  marchesa Umberta Gravina La Ferla sia il barone Ruggero, nonostante la ritrosia iniziale decidono di dare a Isabella una possibilità.

Isabella sente spesso sua sorella minore Pamela, e le confida tutto ciò che le accade, tra cui anche lo strano rapporto che ha instaurato con il bel barone,la sorella le consiglia di buttarsi e cogliere l’opportunità.

 

 

 

«Per tutta la sera non ha fatto altro che fissarmi con quei suoi occhi inquietanti. Come se stesse studiando la sua prossima preda.» abbasso la voce in un sussurro, mentre glielo confesso.

Invece di preoccuparsi Pamela sghignazza. «E chi ti dice che non sia così e non abbia intenzione di mangiarti in un sol boccone, Cappuccetto Rosso?»

«Pam!>> Lei continua ridere a mie spese. «Lasciati addentare sorellina, ti piacerà. Soprattutto dopo quel moscio di Marco.»

 

Le verrà assegnata una dependance nella proprietà e lei ci vive con Titus, cercando di non farlo uscire mai dalla casa, dato gli avvertimenti ricevuti, un giorno però questo scappa e lei cerca di farlo scendere dall’albero su cui è salito.

 

 

«Coraggio, smettila di comportarti da stronzetto e vieni qui» comanda.

Mi fermo come se mi avesse sparato. Boccheggio. Come si permette?

«Mi hai sentito? Smettila di nasconderti e vieni qui. Subito!»

Oh, ma certo che vengo lì signorina e puoi star certa che te la farò pagare questa impertinenza. Parto alla carica, furioso, ma non appena giro l’angolo resto di sasso.

È davanti a me, in piedi, ferma, coi pugni piantati suoi fianchi e il naso all’insù. Sta scrutando qualcosa fra le fronde di un albero.

 

Tra malintesi, interpretazioni personali, gite al mare, vespe e allontanamenti vari si articola la storia di Non cercavo l’amore.

Cosa succederà alla povera Isabella? verrà licenziata prima della festa?

Adelasia detta Adele riuscirà a festeggiare? Perchè Ruggero scappa? cosa ha da nascondere?

se volete una risposta a queste domande vi tocca leggere questo libro.

Ho trovato questo libro davvero piacevole e divertente, spesso avevo il sorriso sulle labbra e mi è piaciuto molto come l’autrice ha articolato la storia.

Complessi e variegati i personaggi, hanno entrambi una bella storia da raccontare.

Divertenti alcuni, antipatici altri i personaggi secondari.

Mi è piaciuto come si è evoluto il rapporto tra Isabella e Adele.

Ve lo consiglio per passare qualche ora in piacevole compagnia di nobili e gentiluomini dei tempi nostri.

Buona lettura

Terry

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Trama

Non cercavo l’amore: è stato lui a trovarmi! – Sara P. Grey

”Isabella Macchi è incontenibile.

Inarrestabile.

Imprevedibile.

Come una cazzo di emorragia che nessuna clamp vascolare riesce ad arrestare.

E io morirò dissanguandomi di desiderio per lei.“

 

Mi chiamo Isabella Macchi, ho trent’anni, una sorella, un gatto e un lavoro.

Poco, direte, ma per me sono il mondo.

Non ho altro. Per loro farei carte false.

Soprattutto per tenermi il lavoro.

Sono brava a svolgerlo, e non è giusto che lo perda per colpa di uno stronzo.

Due, anzi.

Il primo è il mio ex fidanzato.

Mi tradiva, l’ho scoperto, mi ha buttata fuori casa e ora sta tentando di farmi pure licenziare.

Il secondo è Ruggero Malsavora Castelli.

Un figo pazzesco. Ricco da fare schifo, titolato, affascinante, misterioso, ma anche spocchioso da morire, e a tratti inquietante.

Sarà il mio “capo”, per i prossimi tre mesi.

Le cose si fanno interessanti?

Non ne avete idea.

Non cercavo l’amore: è stato lui a trovarmi! – Sara P. Grey
Buona lettura, Terry.

Se ti è piaciuta questa recensione ti consiglio di acquistare questo libro direttamente su Amazon  Cliccando qui

Ringraziamo di cuore a tutti quelli che continueranno a sostenerci seguendoci e per chi farà una piccola donazione! Grazie di cuore!