Titolo: Se non è amore sono guai

Autore: Federica Fasolini

Editore: Newton Compton Editori

Genere: Contemporaneo

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Recensione

Se non è amore sono guai – Federica Fasolini

Ciao, oggi vi parlo del libro Se non è amore sono guai di Federica Fasolini.

Mi sono imbattuta in questo libro per caso, mentre navigavo sul mio kindle e attirata dalla copertina ho letto la trama. Ho deciso di leggerlo subito e non ho sbagliato, anzi ne sono contenta.

Non avevo mai letto nulla di questa autrice ma cercherò di ovviare a questa mia mancanza, mi è piaciuto molto il suo modo di scrivere.

 

Se non è amore sono guai ci racconta la storia di Paige, che si ritrova a dover risolvere il problema di sua zia che sta per essere licenziata a causa delle molte assenze dal lavoro. Di questa cosa ne viene informata Paige e lei cerca di aiutarla a non perdere il lavoro. 

Lei, decisa a risolvere questo problema, si reca nell’ufficio del datore di lavoro di sua zia per convincerlo a cambiare idea, proponendogli persino di lavorare lei al suo posto a titolo gratuito.

 

«Okay, allora le propongo un patto» esclamai, bloccando

Mr. Faccia da schiaffi sulla porta.

Si voltò lentamente sorridendomi in un modo strano, quasi ironico.

«Che cosa le fa pensare che io voglia fare un accordo con lei?»

Ignorai la sua domanda e mi avvicinai. «Le propongo uno scambio.>>

Lui scrollò le spalle. «Uno scambio di cosa?»

«Non licenzi mia zia ed io lavorerò per lei gratis.»

 

Paige si ritrova così a lavorare come segretaria di giorno per il signor Rainard e di sera come barista.

L’incontro tra lei e il signor Rainard è davvero esplosivo. Scott infatti è un tipo tutto di un pezzo, preciso puntuale, maniaco del controllo e calcolatore, non permette alle emozioni di entrare nella sua vita.

L’arrivo di Paige sconvolge sin da subito i suoi piani. Lei è dannatamente impulsiva, gli risponde a tono, lo provoca, non se ne tiene una e ovviamente tra i due volano scintille.

 

 

 

 

«Bene, allora sono sicuro che andremo d’accordo, per quanto ci è possibile, ovviamente. Impegnati a fare il tuo lavoro e a rimanere al tuo posto e sono certo che non avremo problemi.»

La sua affermazione mi fece incazzare. Restare al mio posto?

«E quale sarebbe il mio posto, signor Rainard?»

«Dietro la tua scrivania, Paige.»

Mi morsi un labbro e annuii, cercando di reprimere l’irrefrenabile voglia di mandarlo al diavolo.

«Certo. Per sicurezza mi incatenerò alla sedia girevole, così avrò la certezza di rimanere sempre al mio posto» risposi e subito dopo mi maledissi.

«Vedo che l’impertinenza non l’hai lasciata a casa, questa mattina.»

Io scrollai le spalle. «Purtroppo no. Non vuole proprio separarsi dalla sottoscritta» replicai. «Se non c’è altro, signor Rainard, io andrei, altrimenti poi sarebbe obbligato a pagarmi gli straordinari»

 

Paige non mostra il minimo rispetto per l’autorità del suo capo, trattandolo da suo pari e dicendo sempre quello che gli passa per la testa, Scott pretende rispetto dai suoi sottoposti, vuole tenere ben delineato il suo ruolo di capo, vorrebbe che Paige non si rivolgesse a lui come ad un amico o con strani epiteti.

 

«Ma perché con te dev’essere sempre tutto tanto complicato, cazzo?! Perché ti ostini a rispondermi così?! Io sono il capo, impartisco ordini e tu esegui! Che cosa c’è di difficile?!» sbraitò facendomi fermare. Mi voltai e tornai sui miei passi.

Okay, stavo per perdere le staffe.

«Tu sei difficile. Tu, con il tuo modo di fare altezzoso e pieno di te. Tu sei il mio problema, Mr. Idiota» risposi lentamente, scandendo le ultime parole.

Lui sorrise, scuotendo la testa poi mi guardò negli occhi.

«Lo sai, Paige, forse non sarò perfetto, avrò un carattere di merda, ma mi pare che questo stronzo ti abbia dato la possibilità di salvare il posto di tua zia, assumendoti come sua segretaria, anche se sapeva che sarebbe stato un errore madornale, visto il tuo carattere e la tua poca esperienza. 

Eppure l’ha fatto, dannazione! Ti ho assunta e tu continui a rispondermi in questo modo, come se fossi un tuo amico o un tuo conoscente!>>

 

Si ritrovano a dover passare insieme  un weekend per un convegno di lavoro e si accorgono che forse se accantonano per un attimo i preconcetti riescono anche a parlare come due persone normali.

Tra appalti, incursioni di ladri, progetti multimilionari Scott e Paige ci racconteranno la loro storia.

Cosa accadrà tra i due? Riusciranno a fidarsi l’uno dell’altro?

Cosa sta tramando il padre di Scott? Perché la sua ex ritorna?

 

 

Questo libro mi è piaciuto davvero tanto, mi sono piaciuti molto i personaggi i di Paige e Scott. 

Sono cresciuti tanto insieme, e quando era necessario dirne quattro a qualcuno Paige non le ha mandate di certo a dire e non solo a Scott. 

Sono ben delineati anche i personaggi secondari. Bella e variegata la storia, piena di pathos e colpi di scena.

Sono davvero contenta di aver letto questo libro, perchè mi ha fatto sorridere ma mi ha anche tenuto incollata al kindle fino alle due di notte perchè volevo vedere come andava a finire.

 

Mi piacerebbe scoprire qualche altra cosa sul migliore amico di Scott…chissà che l’autrice segua il mio consiglio.

Se non lo avete ancora letto, che aspettate?

E’ davvero un bel libro e merita.

 

Buona lettura

Terry

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Trama

Se non è amore sono guai – Federica Fasolini

Paige Evanders ha un solo difetto: dice sempre quello che le passa per la testa, soprattutto la verità. 

Oltre ad essere schietta e sincera, è anche un po’ troppo esuberante, tanto da farsi guidare perennemente dall’istinto piuttosto che dal buonsenso, eppure mai si sarebbe aspettata di infilarsi nell’ufficio dell’unico uomo di Boston capace di tirare fuori il peggio di lei, metterlo alle strette e costringerlo ad assumerla.

No, Scott Rainard non era decisamente nei suoi piani.

Ma nemmeno Paige era nei piani di Scott.

Una donna spigliata, dalla risposta pronta e che adora lanciargli frecciatine, è l’ultima cosa di cui ha bisogno, soprattutto ora che deve concentrarsi per vincere l’appalto più importante della sua carriera da amministratore delegato dell’azienda di famiglia.

Scott è l’esatto opposto di Paige. A lui piacciono la calma, l’ordine e la precisione, e non gli interessano frivolezze come l’amore, non ha tempo da perdere, anzi, non concepisce proprio l’idea di perdere.

Forse, però, non sa di aver già firmato il contratto più importante della sua vita, senza nemmeno essersene reso conto.

Se non è amore sono guai – Federica Fasolini
Buona lettura, Terry.

Se ti è piaciuta questa recensione ti consiglio di acquistare questo libro direttamente su Amazon  Cliccando qui

Ringraziamo di cuore a tutti quelli che continueranno a sostenerci seguendoci e per chi farà una piccola donazione! Grazie di cuore!