Titolo: Fin de Siècle. Il ritorno di Jack

Autore: Carragh Sheridan

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Recensione

Fin de Siècle. Il ritorno di Jack – Carragh Sheridan

Salve readers, il libro di cui voglio parlarvi oggi è lo Spin-Off della saga vittoriana Fin de Siècle di Carragh Sheridan: Il ritorno di Jack

Ho scelto di leggere questa storia, pur non avendo letto la saga, perché ne ho sentito parlare tantissimo, volevo rendermi conto del perché di tante lodi. Beh, che dire, da oggi al coro unanime dei complimenti si uniscono anche i miei.

Il ritorno di Jack, mi è piaciuto tantissimo, la scrittura della Sheridan è perfettamente in linea col periodo storico a cui si riferisce, i protagonisti ben delineati e la storia avvincente.

Dopo le prime pagine non credevo che mi avrebbe conquistato, ma più andavo avanti, e più mi sentivo coinvolta nella storia e invitata a fare supposizioni, a indagare con Raymond e Irene, a capire se sarebbero stati capaci di riconoscere i loro sentimenti, mi sono sentita parte della storia.

La ragazza uscì annuendo.

Victoria Carpenter rimase a fissare la porta della cucina scrollando il capo.

Sapeva che miss Baker era una brava ragazza ma non le piaceva per nulla il rapporto tanto confidenziale che aveva intessuto con mister Fox.

Lei era fidanzata con un bravo ragazzo e sicuramente fedele ma Edward Moore viveva lontano e mister Fox, miss Carpenter lo sapeva bene, era capace di esercitare un certo fascino su una giovane ragazza di indole romantica.

In fondo era affezionata a Irene come a una nipote anche se non avevano legami di parentela e sperava in cuor suo che la giovane fosse sufficientemente accorta e intelligente da non cadere nella rete di quel libertino che l’avrebbe solamente fatta soffrire.

Irene Baker è una giovane di un paesino di campagna, è un’insegnante ed è fidanzata con Edward Moore. 

Ha chiesto e ottenuto dalla famiglia di poter andare a insegnare a Londra e lì affitta una camera in casa della signorina Carpenter, una zitella morigerata e un po’ rigida, attenta all’etichetta e alla buona creanza. 

In quella casa non è l’unica inquilina, anche due uomini abitano lì, Raymond Fox, un affascinante investigatore sulla quarantina, burbero, sagace e poco incline ai rapporti umani e il colonello Tailor, un militare in pensione, serio e pacato.

Raymond Fox non aveva mai fatto mistero dell’ammirazione che aveva per l’intelligenza di Irene Baker e per alcune peculiarità del suo carattere di cui lui difettava.

Si poteva dire che unendo le loro capacità avevano creato una squadra vincente anche se la loro collaborazione non era mai stata ufficializzata, soprattutto in casa, per non incorrere nel biasimo e nelle contestazioni di miss Carpenter.

Però a Edward Irene non aveva mai rivelato quella parte della sua vita.

Lui sapeva che viveva in quella casa e che c’erano anche due scapoli ma non era minimamente a conoscenza della sua affinità e sintonia con Raymond Fox né, tanto meno, del rapporto intessuto nel tempo che, anche se non di natura sentimentale, era particolarmente forte.

Raymond Fox, è un uomo dalla spiccata intelligenza, dall’intuito infallibile, ma privo della capacità di provare empatia, non riesce a stringere rapporti umani con nessuno, ma con Miss Baker è diverso. 

Il fine intelletto di quella giovane, la sua capacità di ragionamento e di parlare di qualunque argomento, lo spingono a cercare il suo aiuto, la sua compagnia.

Strappò la busta e ne estrasse un foglio vergato con poche righe in una calligrafia pulita e ordinata.

“Sono tornato. So che non hai dimenticato. Allora non mi hai fermato ma oggi spero che tu sia migliorato. Da dove ho lasciato sono ripartito. Indovina stanotte dove ho colpito? questo omicidio a te è dedicato. Jack”.

Gli occhi neri di Fox lessero e rilessero allarmati le poche parole.

Osservò il foglio e di nuovo la calligrafia.

Non aveva nulla di familiare.

Un dubbio assalì la sua anima e la sua mente tornò a molti anni prima.

Il rapporto tra i due è conflittuale, lui non vuole rinunciare al suo ingegno, lei è confusa, lui non sopporta l’idea che lasci Londra per sposare un altro, lei non si sente abbastanza apprezzata.

A fare da sfondo alle loro incomprensioni un fantasma dal passato, un truce omicidio, e un dubbio: è tornato Jack o è solo opera di un emulatore? E perché ha sfidato Raymond a trovarlo?

Il ritorno di Jack ci riporta a Londra ai tempi di Jack lo squartatore, ci racconta la paura che quello spietato assassino aveva generato negli abitanti della city, il rapporto conflittuale di Raymond con i poliziotti di Scotland Yard, il tumulto interiore di Fox, le paure di Victoria, la confusione di Irene. 

Ogni personaggio mi ha regalato emozioni e mi ha incuriosito, portandomi a chiedermi il perché di quell’atteggiamento, di quell’azione. 

Ovviamente della trama non posso dirvi molto altro per non rovinarvi la lettura, sappiate solo che la trama è stata ben congegnata, gli indizi camuffati in modo egregio, e i personaggi complessi. 

Tutti vi sembreranno colpevoli, tutti hanno qualcosa da nascondere, ma non fidatevi dell’apparenza…Vi chiedo però di fidarmi del mio consiglio e di leggere anche voi questa bellissima storia. 

Buona lettura, Jenny.

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Trama

Fin de Siècle. Il ritorno di Jack – Carragh Sheridan

Londra, 1895

In una Londra che sta correndo verso la fine del XIX secolo viene rinvenuto il corpo di una giovane prostituta. Il folle che ha compiuto il gesto ha barbaramente squartato la donna, lasciandola in un lago di sangue e si è portato via il cuore come fosse un trofeo. 

Un omicidio raccapricciante che richiama alla mente di tutti i londinesi il terribile incubo in cui, sette anni prima, Jack lo squartatore aveva fatto piombare la città. 

Che quel folle non sia veramente morto come aveva dichiarato Scotland Yard ma che, dopo tanto tempo, sia tornato per ricominciare a mietere vittime? o si tratta di emule?

Poche righe senza mittente arrivano nella rispettabile casa in Shell Strett. E sono indirizzate a mister Raymond Fox. Una calligrafia sconosciuta, poche parole che sollevano in mister Fox un dubbio atroce e riaprono una ferita mai veramente sanata. 

Poche righe scritte da qualcuno che ha un conto ancora aperto con lui e che ha deciso di sfidarlo. Proprio mentre la sua vita privata sta subendo un colpo inaspettato e le sue certezze stanno vacillando.

Irene Baker è una giovane maestra che occupa una delle altre stanze che miss Carpenter, proprietaria della casa in Shell Street, affitta. 

Miss Baker è stata per Fox un prezioso aiuto professionale negli ultimi anni ma da un viaggio a Miltonfort per far visita alla sua famiglia la ragazza torna con un anello al dito e una proposta di matrimonio.

Una notizia che sconvolge mister Fox più di quanto dovrebbe e più di quanto lui stesso vorrebbe ammettere. 

Nonostante il suo rapporto con miss Baker è sempre stato esclusivamente intellettuale e Raymond Fox non ha mai avuto alcuna intenzione di dividere la sua esistenza con una donna. 

Con nessuna donna. Allora per quale motivo l’idea che Irene Baker lasci Londra diventa tanto difficile da accettare per lui?

Un romance dalle sfumature gialle dove i tormenti interiori dei due protagonisti si intrecciano a una torbida vicenda di sangue mentre la corsa contro il tempo per fermare quel folle assassino prima che torni a colpire si fa serrata.

Una Londra periferica, povera e decadente che si contrappone alla scintillante eleganza del ton. Un’aristocrazia blasonata che nasconde una serpeggiante ipocrisia fatta di segreti, misteri e perversione. 

Ma le maschere prima o poi sono destinate a cadere e il marciume ad affiorare in superficie. Soprattutto se chi indaga è il temibile Raymond Fox, ben conosciuto a tutti coloro che avrebbero avuto occasione e movente per compiere quegli orribili delitti.

Fin de Siècle. Il ritorno di Jack – Carragh Sheridan
Buona lettura, Jenny.

Se ti è piaciuta questa recensione ti consiglio di acquistare questo libro direttamente su Amazon  Cliccando qui

Ringraziamo di cuore a tutti quelli che continueranno a sostenerci seguendoci e per chi farà una piccola donazione! Grazie di cuore!