Titolo: Nice Girls Don’t Ride

Autore: Roni Loren

Editore: Virgibooks

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Recensione

Nice Girls Don’t Ride – Roni Loren

Salve readers, oggi parliamo della novella di un’autrice per me nuova, Roni Loren, che grazie alla Virgibooks ho potuto leggere in anteprima in attesa del 4 maggio, data della sua uscita, sto parlando di Nice Girls Dont’t Ride.

Ho letto che la Loren ha iniziato a scrivere a 15 anni, che ha vinto premi prestigiosi e che è autrice bestseller del New York Times e di USA Today, ma è solo dopo aver letto Nice Girls Don’t Ride che ho capito perché sia tanto apprezzata. 

Una scrittura fluida e coinvolgente, erotica e avvolgente, una narrazione a pov alternati che ti conquista a 360°. Nel suo modo di raccontare non manca niente, ogni sfumatura emozionale viene presa in considerazione e resa palese agli occhi del lettore.

Lo sportello anteriore del carro attrezzi si spalanca, e come prima cosa spunta fuori un braccio tatuato. Per una qualche ragione, gli occhi mi si bloccano su singole porzioni di quell’uomo, piuttosto che sulla sagoma intera, come se non fossi ancora in grado di gestirne la visuale nell’insieme, ma solo delle istantanee. 

Quel braccio muscoloso, quando il guidatore scende dal carro attrezzi. Gli stivali neri da motociclista, tutti consunti, che impattano sul terreno. 

Mi forzo di alzare lo sguardo, facendolo correre sui jeans sbiaditi e sulla T-shirt nera aderente, finché non incrocio due occhi di un azzurro scuro.

“Sembra che ti occorra un passaggio.”

Natalie viene da una situazione familiare “particolare”, quando si traferisce ad Austin per l’università si impone un certo tipo di comportamento, vuole essere accettata, vuole un futuro migliore di quello che ha vissuto fino a quel momento. 

È fidanzata da quasi un anno con Caleb un ragazzo affidabile, solido e innamorato, così tanto affidabile e innamorato da andare a cena con un’altra dopo aver dato buca a lei nella sera del suo ventunesimo compleanno.

“Ma vedi… noi non abbiamo mai detto che avremmo avuto un rapporto esclusivo,stricto sensu…” continua Caleb.

Boom!Bomba esplosa.

L’espressione sulla faccia di Natalie passa dalla quiete alla rabbia ribollente. Allunga le mani verso i risvolti della giacca di Caleb, come se volesse lisciarli. 

Una passata delle dita, poi due, perfettamente controllate. Poi lo strattona verso di sé. Al tizio non passa neanche per l’anticamera del cervello che il ginocchio di Natalie possa scattare all’insù.

Io faccio una smorfia, quando lo vedo piegarsi in due con un gemito rumoroso. Natalie non scherzava, quando diceva che era abituata a mirare alle parti basse. 

Ma usare la locuzione stricto sensu così, in un contesto qualunque? Il ragazzo si è meritato quella ginocchiata nei coglioni.

Quando Natalie vede quella scena tutta la sua compostezza, tutta la “signorilità” che ha ostentato, tutta la sua eleganza va a farsi benedire, permettendo alla vera Natalie di uscire allo scoperto mostrandosi per quella che è davvero: una donna con le palle!

Monroe, ha l’aspetto del classico bad boy, tattoo, moto e arroganza, pacchetto completo, ma quello che mostra non è quello che è; dietro la sua facciata da sbruffone si nasconde un bravo ragazzo dal cuore d’oro e di rara bravura fra le lenzuola.

Questa ragazza finirà per uccidermi. Imbocco la statale, facendo del mio meglio per concentrarmi sulla strada, mentre Natalie mi sta avvinghiata addosso come una scimmia ragno. 

Mi sta affondando la faccia nella spalla, e riesco a sentire ogni singola, dannata curva del suo corpo premuta contro la mia schiena. Anche se ho simulato tutta la discrezione del caso quando è montata in sella, ne ho approfittato per dare comunque una sbirciata. 

E adesso riesco a pensare solo al fatto che, sotto a quel vestito che metterebbe in ginocchio qualunque maschio in circolazione, la tizia sul sellino dietro di me indossa un paio di slip rossi che gridano ti prego scopami.

Ma lei non è la mia ragazza, ed io non finirò per vedere né quegli slip, né altro stasera.

Non vi dirò altro della storia, la trama dice fin troppo, ed essendo così breve non potrei evitare gli spoiler.

Normalmente se qualcuno mi raccontasse una storia come questa direi che è poco credibile, che gli eventi si sono svolti troppo velocemente, ma in questo caso ogni cosa, ogni sviluppo, ha il suo giusto tempo e il suo perché, niente risulta forzato, ogni azione è perfettamente giustificata. 

L’intensità della narrazione crea dipendenza nel lettore che si ritrova all’ultima pagina con una voglia immensa di averne di più.

Una storia breve, ma nella quale non manca nessun ingrediente: bella ragazza che scappa dal suo passato c’è, fidanzato stronzo c’è, ragazzo figo c’è, amore, sesso, passione, rabbia, delusione, felicità… c’è tutto, una sola cosa manca: che voi corriate a leggerlo, Nice Girls Don’t Ride vi aspetta, intanto io vi auguro buona lettura, Jenny.

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Trama

Nice Girls Don’t Ride – Roni Loren

Era la serata di compleanno perfetta per Natalie Bourne. Aveva addosso uno dei suoi vestiti più sexy e stava per andare a cena col suo fidanzato nel ristorante più in voga di tutta Austin.

E invece si è trasformata in un inferno. La macchina l’ha lasciata in mezzo alla strada, non può passare a prenderla nessuno e il suo ragazzo ha appena annullato la cena per un impegno di lavoro.

Come se non bastasse, l’unico uomo che incontra, e che potrebbe darle una mano, è un tizio fin troppo arrogante e pieno di sé, che sembra avere un’abilità innata nel mettere a dura prova la sua calma… e non solo quella.

Ma come fa Natalie ad accettare un passaggio da questo tal Monroe, uno sconosciuto troppo bello per essere vero, con quei jeans e quelle mani sporche che farebbero scappare tutte le brave ragazze del Texas?

E va bene, vada per il passaggio. Ma Natalie decide di farsi lasciare comunque al ristorante, convinta che il fidanzato le stia facendo una sorpresa di compleanno. E gliela sta facendo davvero… perché lo trova a cena con un’altra.

Visto che Monroe insiste per cercare di salvare la sua serata, portandola a festeggiare in una Austin per lei del tutto inedita e promettendo di farle passare un compleanno memorabile… a Natalie non resta altro che accettare la sfida e montare in sella… verso la serata più indimenticabile e folle di tutta la sua vita!

Nice Girls Don’t Ride – Roni Loren
Buona lettura, Jenny.

Se ti è piaciuta questa recensione ti consiglio di acquistare questo libro direttamente su Amazon  Cliccando qui

Ringraziamo di cuore a tutti quelli che continueranno a sostenerci seguendoci e per chi farà una piccola donazione! Grazie di cuore!