Titolo: La risalita

Autore: Aly Martinez

Editore: Triskell Edizioni

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Recensione

La risalita – Aly Martinez

Salve readers, ormai sapete quanto amo Aly Martinez, quindi secondo voi potevo farmi scappare il primo volume della sua nuova serie? 

Ovviamente no, grazie alla Triskell edizioni ho potuto leggerlo in anteprima e ne sono felicissima. Oggi vi parlerò del primo capitolo della The Fall Up Series: La risalita, in uscita il 6 maggio.

Ho letto vari libri della Martinez, ormai posso dire di conoscere piuttosto bene il suo stile, so che tipo di storia aspettarmi, eppure riesce a sorprendermi ogni volta. Le sue storie non sono mai banali, o dal finale scontato, le cose non sono mai facili come in una fiaba. 

I protagonisti della Martinez si trovano davanti la durezza e i problemi della vita vera, con gli stessi demoni e gli stessi ostacoli. 

Nelle sue storie i protagonisti hanno storie nelle quali ci possiamo riconoscere, nelle quali ognuno di noi può trovare una similitudine. La sua capacità di rendere vivide le emozioni e i sentimenti è eccezionale.

La risalita, è raccontato col doppio punto di vista alternato, il mio preferito, dando voce tanto alle oppressioni di Levee quanto alle paure e ai sensi di colpa di Sam.

Levee è una protagonista diversa dalle solite, è una cantante di successo, ma per quanto quella fosse la sua meta, durante il percorso si è persa, il motivo per cui voleva arrivare in vetta la sta consumando, e lei è al limite.

Stava piovendo. Non è forse così che iniziano tutte le più grandi storie d’amore? E allo stesso modo finiscono? L’aria di mezzanotte era fredda sulla mia pelle mentre guardavo giù dal ponte. 

La parrucca bionda era tenuta ferma da una fascia sulla testa e un paio di occhiali da sole spessi coprivano i miei occhi color whiskey. 

Questa immagine non rispecchiava come mi sentivo. I lividi della notte precedente coloravano le mie gambe, e le croste sulle ginocchia erano ancora fresche, ma era il vuoto nel petto che faceva più male.

Sì. Sono sempre io.

Che era esattamente il motivo per il quale mi trovavo su quel ponte, sperando di avere abbastanza coraggio da buttarmi.

Sam è uno di quei ragazzi che saltano all’occhio, bello, muscoloso e tatuato, ma lui è molto più di questo, i tattoo riportano sulla sua pelle ogni cicatrice che la vita gli ha lasciato, la mente non gli permette di dimenticare, lo fa vivere coi “sensori” in costante stato d’allerta ed è per questo che una sera decide di avvicinarsi a Levee.

Ero proprio una femminuccia.

Nel momento in cui mi ero tagliato il palmo con un pezzo di legno scheggiato, tutto intorno a me aveva iniziato a girare. 

Era stato un miracolo che fossi rimasto vigile dato che alla vista del sangue che mi gocciolava dalla mano il mio sedere era finito sul pavimento polveroso del laboratorio.

Era ufficiale: non mi sarei mai potuto tagliare le vene.

Ma anche uccidermi era fuori discussione. Con la fortuna che ho, state a vedere che l’inferno esiste davvero e io finirei con il passare l’eternità desiderando quel vuoto di cui la mia vita è già colma.

La mia vita era okay. Il mio lavoro era okay. La mia casa era okay. La mia vita sentimentale era okay. I miei amici erano okay.

Cristo, ero stufo di tutti questi cavolo di okay. Avevo bisogno di qualcosa, qualunque cosa, di straordinario.

Perché avessi pensato che la morte potesse esserlo, non saprei.

Sam vive col senso di colpa, è vittima della sindrome del super eroe, ma essendo solo un uomo non può impedire che le cose brutte succedano, nemmeno che succedano a chi vuole bene e lui questo non riesce a perdonarselo.

Levee è stanca, sfinita, ma non si sente mai soddisfatta, vorrebbe riuscire a fare di più, a dare di più. 

I concerti, i tour le premiazioni non sono niente paragonati a quello che lei fa nel suo tempo libero, ma non ne ha mai abbastanza e questo la fa vivere in un costante senso d’insoddisfazione e inadeguatezza, quel ponte le sembra l’unica soluzione per mettere a tacere i suoi demoni.

Dico sul serio,» insistette. «Prima di tutti quei tatuaggi, era uno sfigato. Di sicuro è cresciuto bene.» Inarcò ripetutamente le sopracciglia.

Risi ancora, e le guance mi si arrossarono. «Sì, decisamente.» «Comunque è sempre stato un bravo ragazzo.» Lo è davvero.

Deglutii e abbassai lo sguardo.

«Il mondo è piccolo. Gli dica che lo saluto.» Ed ecco che mi manca.

E voglio vederlo.

E stringerlo.

E stare con lui.

«Certo,» disse lentamente e con sospetto.

Dovevo smetterla di essere ossessionata da lui. È tempo di andare avanti.

Detta così forse vi aspettate una stella del pop persa dietro una dipendenza o qualcosa del genere, ma il problema che affligge l’animo di Levee è di tutt’altra natura. Sam dal canto suo vuole salvarla da sé stessa, ma ha paura, non potrebbe sopportare un’altra perdita.

La risalita non è solo questo, è anche una storia passionale dove non manca nemmeno il colpo di scena, è la prima di una serie, quindi non vi resta che leggerla e aspettare che esca il secondo volume, quindi cosa aspettate? 

Buona lettura, Jenny.

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Trama

La risalita – Aly Martinez

Volevo saltare.
Lui mi ha fatto innamorare.

Essendo una celebrità, vivevo sotto gli occhi del pubblico ma, da qualche parte lungo la strada, mi ero persa sotto i riflettori. Finché lui non mi ha trovata: Sam Rivers, l’affascinante sconosciuto tatuato che mi ha salvata con nient’altro che una semplice conversazione. 

Ma la notte in cui ci siamo conosciuti eravamo entrambi su quel ponte per una ragione. I segreti del nostro passato ci hanno fatto incontrare, e poi ci hanno portato ad allontanarci. 

Riusciremo a trovare un motivo per resistere nonostante la vita ci trascini costantemente verso il basso? Forse c’è solo una cosa da fare quando due persone che hanno toccato il fondo si innamorano: risalire.

La risalita – Aly Martinez
Buona lettura, Jenny.

Se ti è piaciuta questa recensione ti consiglio di acquistare questo libro direttamente su Amazon  Cliccando qui

Ringraziamo di cuore a tutti quelli che continueranno a sostenerci seguendoci e per chi farà una piccola donazione! Grazie di cuore!