Titolo: Non ti riconosco più 

Autore: Karina Halle

Editore: Newton Compton Editori

Genere: Contemporary Romance

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Recensione

Non ti riconosco più – Karina Halle

Salve readers, oggi vi parlerò dell’ultimo capitolo de La saga dei Dumont di Karina Halle: Non ti riconosco più, edito per noi dalla Newton Compton Editori, in uscita il 24 maggio.

Di questa saga ho già letto i primi due volumi, ma non ho avuto il tempo di scrivere le recensioni, o forse volevo solo aspettare di capire come sarebbe andata a finire. I libri sono autoconclusivi ma c’è un filo conduttore che le unisce tutte, oltre, ovviamente il legame familiare.

Ho trovato la scrittura della Halle molto descrittiva, minuziosa e particolarmente attenta alle emozioni, al come farle trasparire in modo naturale. Non ti riconosco più, è scritto col doppio pov alternato, dando ampio spazio ai demoni interiori di entrambi i protagonisti e regalandoci ogni loro pensiero, paura e gioia.

La narrazione è stata avvincente, pregnante, piccante al punto giusto, leggermente tensiva e molto scorrevole; quel genere di storia che devi leggere tutta d’un fiato perché devi sapere come va a finire e non puoi aspettare.

I fatti raccontati nei primi due volumi mi avevano portato a odiare alcuni personaggi, e uno di quelli che non godeva della mia stima era proprio Pascal, anche se nel secondo libro ebbi il sospetto che quella che mostrava non fosse in realtà la sua vera natura, ma la maschera imposta da suo padre.

Tecnicamente è mio padre a farlo.

Un lampo le attraversa gli occhi, le pupille diventano due minuscole punte di carbone. «Lo so. Credevo che me lo avresti permesso perché ti piaccio. Lo hai detto tu stesso».

Esplodo in una risata.

«Mi piaci? Be’, suppongo di sì. E ti trovo incredibilmente attraente in un modo che non riesco a esprimere a parole. Forse perché mi disprezzi tanto. È una tale novità. Ma niente di più, e perché dovrei darti quello che vuoi quando tu non hai dato a me quel che voglio?».

Vedo dal movimento della sua gola che deglutisce nervosa. «E cosa vorresti?», chiede con voce tesa.

«Lo sai», rispondo avvicinandomi con un sorriso.

Pascal è il protagonista maschile di questo romanzo, è sempre stato un ragazzo egoista, arrogante, donnaiolo, un servo privo di coscienza pronto a eseguire gli ordini di suo padre.

Per tutta la vita ha cercato la sua approvazione, il suo amore, ma non li ha mai avuti né da lui né da sua madre.

Per nascondere il proprio dolore si è negato anche l’amore di suo fratello e ha fatto del male ha chiunque abbia incrociato la sua strada, non si è fatto scrupolo di nessuno, né del mezzo che avrebbe dovuto usare.

Si potrebbe dire che sia privo di cuore, un bello senza anima.

Non sopravvivrebbe a una cosa così.

Non sopravvivrei io.

Non sono un’assassina. Non so cosa sto facendo. So di essere un po’ pazza, un po’ fuori di testa. Mi rendo conto di quanto sia sbagliato, di quanto sia rischioso, che se non farò attenzione la disfatta sarà tale che non ne uscirò più.

Sono solo guidata dalla necessità ossessiva e snervante di far sparire Gautier, di cancellare tutto il mio passato, di tirare via con un colpo di spugna tutto ciò che ero e ricominciare.

Ne ho bisogno per respirare, per vivere. Non posso passare le giornate nella paura. L’unica cosa che mi ha fatto andare avanti da quando me ne sono andata è stata l’intenzione di occuparmi di lui.

È probabilmente l’unica ragione per cui sono viva.

«Ahia, stai scivolando in un posto oscuro», dice Pascal alzandosi in piedi. Mi prende per i gomiti e mi tira su. «C’è solo un modo per uscire dal buio».

Gabrielle è la protagonista femminile, una giovane con un passato davvero pesante e doloroso, che ancora le impedisce di andare avanti e vivere la vita.

In un momento molto delicato della sua vita, sua madre, la persona che avrebbe dovuto amarla e proteggerla più di chiunque altro al mondo, l’ha tradita, ha preferito credere al mostro invece che a lei, procurandole una ferita quasi più profonda di quelle lasciate dal suo aguzzino.

Gabrielle si allontana da sua madre e dalla Francia per otto anni, e quando torna lo fa con l’intento di vendicarsi del mostro che le ha rovinato la vita.

Nella sua mente il piano è chiaro, ma non aveva calcolato di poter scoprire un Pascal diverso da quello che ricordava.

Pascal è intrigato da quella ragazza che, al contrario di tutte le altre, non gli si è gettata ai piedi, ma non è solo il corpo fantastico a stuzzicarlo, vuole conoscerla, vuole farsi conoscere per com’è davvero, anche se in realtà nemmeno lui sa com’è davvero.

Devo capire cosa provo per lei e devo dirglielo con la sua stessa sicurezza.

Ma come faccio a sapere se la amo? Come faccio a sapere cos’è l’amore? Per quanto ne so è solo una maschera per le bugie. L’amore è una bella copertura. L’amore è ciò che un padre nega al figlio.

L’amore è ciò che dà una madre, ma solo se te lo meriti. L’amore è ciò che dici a tua moglie sapendo che sta recitando anche lei. L’amore è un gioco e sta a te rimanere al vertice, sfidando tutti finché non sarai l’unico vincitore.

Non ti riconosco più, è una storia molto introspettiva a parere mio, ci porta dentro le riflessioni dei due protagonisti, ci racconta la loro crescita emotiva, le loro scelte e le motivazioni che hanno portato a compierle, è un libro completo e dal finale inaspettato, ma molto gradito.

Io credo d’avervi detto tutto quello che potevo, non mi resta che augurarvi buona lettura, Jenny.

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Trama

Non ti riconosco più – Karina Halle

Nella dinastia a capo di un imponente impero della moda, i Dumont, nessun erede ha una reputazione peggiore di quella di Pascal. Ogni trasgressione, per lui, è un piacere indecente.

Ogni donna, una conquista. Ma nessuna conquista si è mai rivelata più impegnativa della sua nuova assistente personale, Gabrielle Caron. È brillante, bellissima e rappresenta un mistero che Pascal non vede l’ora di risolvere.

Gabrielle, figlia della governante di casa Dumont, è tornata all’improvviso dopo essere sparita otto anni prima. Non è più l’adolescente goffa di un tempo: ha accumulato una buona dose di determinazione e si è fatta assumere dal Pascal, decisa a farsi valere.

Ma non osa rivelare la vera ragione per cui è tornata.
Con il passare del tempo, le notti si fanno più intime e Gabrielle si rende conto che Pascal non è così inaffidabile come credeva.

E così comincia a confidargli i suoi segreti. Segreti in grado di insegnare a entrambi che innamorarsi potrebbe significare una speranza di redenzione. Come anche salvare la vita stessa di Gabrielle, minacciata dai pericoli di un passato oscuro e scandaloso…

Non ti riconosco più – Karina Halle
Buona lettura, Jenny.

Se ti è piaciuta questa recensione ti consiglio di acquistare questo libro direttamente su Amazon  Cliccando qui

Ringraziamo di cuore a tutti quelli che continueranno a sostenerci seguendoci e per chi farà una piccola donazione! Grazie di cuore!