Titolo: Bodyguard: The guardian of my heart
 
Autore: Danneel Rome

Recensione

Bodyguard: The guardian of my heart - Danneel Rome

Salve readers, oggi vi parlerò di un libro appena uscito, si tratta di Bodyguard: The guardian of my heart di Danneel Rome.

Non è il primo libro della Rome che leggo, perciò credevo mi sarei ritrovata facilmente nel suo stile, ma così non è stato, perché in questo romanzo ho trovato uno stile diverso da quello che conoscevo, più leggero in un certo senso, e molto più sarcastico.

A dispetto di quello che ho appena detto Bodyguard: The guardian of my heart, è una storia tormentata, piena di colpi di scena, di situazioni particolari, di risvolti inaspettati, di fantasmi del passato e di speranze per il futuro.  

Ammetto che all’inizio ho faticato a entrare nella storia perché non ritrovavo lo stile della Rome, a cui ero abituata, in quello che leggevo, poi mi sono tolta i paraocchi e mi sono convinta a leggere la storia come se si trattasse di un nuovo autore, e quella è stata la chiave di svolta.

Quando ho deciso di cambiare approccio ho trovato un romanzo molto interessante, scritto in prima persona a doppio pov alternato, la mia modalità preferita, una storia con varie sfaccettature che vanno dal suspense romance, al contemporary, passando per l’erotic. 

La capacità della Rome di creare protagonisti dalle forti personalità e perfettamente delineati è lodevole, così come quella di costruire una trama intricata che si dipana man mano, dando al lettore la possibilità di indagare e capire. 

In somma, se non si fosse capito, Bodyguard: the guardian of my heart, mi è piaciuto davvero tanto, la storia personale di Willa: giovane, bella, ricca e alla disperata ricerca dell’indipendenza. 

Ama sua madre, ma Emilia Polster è una donna abituata ad avere il controllo, su tutto compresa la vita della sua unica figlia.

«Tesoro, ti presento la tua guardia del corpo, Wade Benson. Signor Benson, questa è mia figlia Willa.» Mia madre interrompe quel contatto platonico tra me e il mio bodyguard e lui allunga una mano per presentarsi.

«È un piacere, signorina Polster.» Guardo la sua mano sospesa in aria, ma non l’afferro. Sono così concentrata sul suo aspetto esteriore che mi sembra di essere fuori di me.

Sono attratta da quest’uomo. Così attratta che, se potessi, gli salterei addosso seduta stante, anche con mia madre davanti. 

Lei, probabilmente, si accorge che non ho risposto al saluto e che il povero ragazzo è lì, con la mano sospesa, in attesa che gliel’afferri, così interviene.

«Tesoro, so che sei arrabbiata, che avrei dovuto consultarti prima di prendere questa decisione, ma ti assicuro che…» «Può restare» dico e lui abbassa la mano.

Wade è stato preso a calci dalla vita in più occasioni, ha sofferto e fatto soffrire, ma è un ragazzo buono e dal cuore colmo di bontà, oltre che un figo da far paura e un’amante eccezionale e generoso.

Cammino piano e arrivo davanti alla sua porta socchiusa.

Sta parlando con qualcuno al telefono e ascolto le sue parole.

«È molto più che semplicemente attraente, Ada, lui è… uff, la verità è che non me li immaginavo così i bodyguard. Insomma, a parte Kevin Kostner, ma quello è un film, no?»  Sorrido, mordendomi il labbro, e mi appoggio al muro per continuare ad origliare. 

«Sì, è vero, ma… lui è… è troppo sexy per una come me, ecco!» Sorrido ancora, stavolta più vistosamente, e sento qualcosa annodarsi nello stomaco.

«Io sono in crisi di astinenza e avere un manzo del genere per casa non aiuta i miei ormoni ballerini.» Non riesco a smettere di sorridere. Ogni parola che dice suona così buffa e divertente. 

Non mi sono mai trovato in una situazione del genere e non ho mai sorriso così tanto in compagnia di una donna, soprattutto di una conosciuta soltanto da poche ore.

«Non posso, Ada, no, non se ne parla, sei matta?

Senti, ho già fatto la mia porca figura con lui con la questione dei sex toys. Sì, amica, porca figura… in tutti i sensi, direi, visto che sono passata io per una porca!»

Emilia assume Wade perché diventi la guardia del corpo di Willa, che invece è intenzionata a non accettare finché non lo vede, ma quando quel bel pezzo di ragazzo appare alla sua vista il suo proposito di mandare al diavolo sua madre cade nel dimenticatoio. 

Emilia ha assunto Wade perché qualcuno la ricatta minacciando la vita di Willa. 

Se la ragazza ha capito di volere col suo bodyguard un rapporto “tutt’altro” che professionale, lui invece è deciso a mantenere la sua facciata portando più volte Willa sull’orlo della disperazione.

Non so nemmeno da quanto tempo lo stiamo facendo e sorrido ripensando alla performance che mi aveva promesso. Non si è smentito, anzi, è molto più di quanto mi aspettassi!

 Non che stamattina non mi sia piaciuto, chiaro!

Farlo sotto la doccia è stato bellissimo, ma adesso mi sta davvero facendo toccare le stelle!

Abbiamo cambiato diverse volte posizione e ora sono distesa, di spalle, mentre lui continua a pompare dentro di me.

Alla fine, stremato, viene e si accascia sul mio corpo. Mi sposta dopo poco, abbracciandomi da dietro, e baciandomi il capo.

Sorrido, al suo fianco, beandomi di quel momento unico. Mi sento felice. Completamente felice.

Wade deve ricordare che qualcuno minaccia la vita di quella meravigliosa rossa, sexy come il peccato, che lo sta facendo impazzire di desiderio e che lo provoca spudoratamente con ogni mezzo. 

A Willa sembra importare più poter avere Wade tutto per sé, che del pericolo che sta correndo.  

Della trama non vi dirò altro se non che Willa è un personaggio davvero stupendo, che vi farà sorridere spesso, ma che vi farà anche versare qualche lacrima. 

Di Wade potrei dirvi che se glielo permetterete, diventerà il guardiano del vostro cuore, buona lettura, Jenny.

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Trama

Bodyguard: The guardian of my heart - Danneel Rome

Quanto costa una bugia? Quanto costa il perdono?

La ricca vedova Emilia Polster, creatrice dell’azienda farmaceutica Faster, è sotto minaccia. 

Qualcuno vuole fare del male a sua figlia, il suo bene più prezioso, la sola persona che lei abbia mai amato. La donna, così, decide di assoldare una guardia del corpo per proteggerla. 

Willa, sua figlia, è però restia. Non vuole qualcuno che le giri intorno, minando la sua libertà, e decide di mettere le cose in chiaro con la madre. 

Ma quando è convinta di mandare al diavolo e trattare di merda il poveretto a cui è stato affidato l’incarico, le sue certezze vacillano. 

Basta incontrare quegli occhi indagatori e famelici per capire che lui sarà molto di più che la sua semplice guardia del corpo. 

Tra inganni, bugie, rivelazioni e ingiustizie, riuscirà Wade Benson a diventare… il custode del suo cuore?

Bodyguard: The guardian of my heart - Danneel Rome
Buona lettura, Jenny.

Se ti è piaciuta questa recensione ti consiglio di acquistare questo libro direttamente su Amazon  Cliccando qui

Ringraziamo di cuore a tutti quelli che continueranno a sostenerci seguendoci e per chi farà una piccola donazione! Grazie di cuore!

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Leggi la nostra Privacy Policy.