Condividi sui Social
Recensione: L’amore al terzo tempo - Irene Pistolato

Titolo: L’amore al terzo tempo 

Autrice: Irene Pistolato

Casa Editrice: Newton Compton Editori

Genere: Contemporary Male to Male Romance

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Newsletter

Abbonati alla nostra newsletter e resta aggiornata.

TRAMA

Dopo una cocente delusione, Jordan ha promesso a se stesso di non nascondersi mai, di essere sempre se stesso. A diciannove anni ha le idee chiare su cosa vuole: essere amato per quello che è senza la pretesa che lui cambi. Non è semplice restare positivo quando il tuo appuntamento se ne va dopo soli cinque minuti. Per fortuna che Mathias, il barista del Terzo Tempo, gli salva la serata restando con lui. Accettare il suo invito a uscire la sera seguente diventa inevitabile dopo la bella serata trascorsa insieme.

Ma se nell’equazione entrasse anche David, l’uomo che aveva ghostato un po’ di tempo prima?

David non ha mai smesso di pensare a quell’adorabile folletto conosciuto in un club e quando lo ritrova, si rende conto che anche Jordan è interessato a lui.

E a Mathias.

Dovrebbe sembrare strano, esserci gelosia, invece è tutto così semplice e naturale tra loro.

C’è solo un piccolo problema: Mathias è certo che Jordan sceglierà David.

Convincerlo che loro tre funzionano soltanto insieme non sarà semplice, ma faranno di tutto per fargli capire che lui sarà sempre e soltanto la loro prima scelta.

RECENSIONE

Salve readers, oggi vi parlo in anteprima de L’amore al Terzo Tempo, il 4° volume della Serie L’amore… di Irene Pistolato.

L’amore al Terzo Tempo dovrebbe essere il volume conclusivo della serie, e non poteva che essere una bomba. La storia sulla carta un po’ mi inquietava, non sapevo se sarei stata di vedute sufficientemente aperte per aprezzare fino in fondo un racconto poliamoroso, dato che io in campo amoroso non amo la condivisione, ma sono bastate poche pagine per farmi capire che avrei adorato ogni riga. Come avrete capito questo è stato il mio primo romance poliamoroso, ma per quanto riguarda il male to male sono un esperta, e in questo non manca nulla: dolcezza, premura, passione e rispetto di sé e dei sentimenti.
L’amore al Terzo Tempo parla di Jordan, un folletto spumeggiante che non vede l’ora di trovare qualcuno che voglia far parte della sua vita e lo accetti così com’è:con gli occhi truccati, le pashmine rosa al collo e il gloss sulle labbra, ma c’è un problema: all’improvviso sono due i ragazzi a interessarsi a lui e non sa quale scegliere perchè si sente attratto da entrambi allo stesso modo.

Stanno succedendo un sacco di cose nella mia vita al momento e mi sento quasi frastornato. Ho desiderato a lungo un ragazzo che volesse stare con me, mai pensando che addirittura due mi trovassero abbastanza interessante da volere più di un appuntamento con il sottoscritto.

 «Mamma, non fare il terzo grado a Jordan. Soprattutto non a quest’ora. Non lo vedi che sta ancora dormendo in piedi?» Sabrina viene in mio soccorso, ma nostra madre è un osso duro oggi.

«Per forza, si sono sbaciucchiati in macchina fino quasi all’una!» È proprio in ottima forma!

 «Scusami, JoJo, io ci ho provato.» Sabrina mi bacia la guancia ed esce dalla cucina con una tazza di caffè tra le mani. Mi posa una mano sulla gamba.

 «Almeno dimmi che fate sesso protetto.»

 «Mamma!»

Poi c’è Mathias, il barista coi capelli rossi, le lentiggini e gli occhi verdi più belli di sempre. Matty soffre della sindrome dell’abbandono, vive con la paura costante di non essere mai abbastanza per nessuno ed è confuso da quello che sente.

«Tu lo sapevi?» Stavolta mi rivolgo a Jordan che è rimasto in disparte per tutto il tempo, lasciandoci un po’ di spazio.

«Sì, per questo ho voluto che passaste del tempo voi due da soli. Speravo che capissi quanto David fosse meraviglioso e quanto fosse preso anche da te.» Leggo il senso di colpa nei suoi occhi e non mi piace per niente. «Lo so che sono giovane, ingenuo e non capisco un bel niente di come si porti avanti una relazione, ma vi amo entrambi così tanto e vorrei che potessimo stare tutti insieme. Soprattutto voglio che tu sia felice, Matty, e vorrei che lo fossi con noi.» I suoi occhi si riempiono di lacrime e non riesco a vederlo così. Lascio il controller sul divano e mi alzo. Lo raggiungo in due falcate e me lo stringo al petto.

«Scricciolo, ti amo da morire,» mormoro tra i suoi capelli.

 «Ti prego, premi il tasto A. Scegli noi.»

Infine c’è David, il sexy nerd trentenne che non ha mai avuto, né sentito il bisogno di avere, una relazione seria, ma si innamora di Jordan a prima vista e nel giro di poco capisce di provare qualcosa anche per Mathias: ma come dovrebbe fare per non perdere nessuno dei due?

Nel frattempo anche Jordan ci ha raggiunto e si sistema sulle gambe di David, allacciandogli le braccia al collo.

«Sapete, stavo pensando a una cosa.» Beve un sorso di birra e poi riprende a parlare. «So che stiamo insieme da poco più di un anno, ma quello che stiamo costruendo è solido e vorrei rendere ufficiale la nostra relazione in qualche modo.»

«Come?» L’emozione è ben visibile sul volto di Jordan.

«Non potendo sposarci, stavo pensando a una promessa.» Si infila una mano nella tasca dei pantaloni e ne estrae una scatolina che spinge verso di me. «La apriresti per me, tesoro?» Mi trema la mano quando la afferro, fatico a sollevare il coperchio e quando vedo i tre anelli identici, spalanco la bocca per la sorpresa.

Come vedete gli ingredienti per una storia avvincente e avvolgente ci sono tutti, la scrittura di Irene dolce e ironica al punto giusto, mi hanno regalato qualche ora davvero piacevole. il suo stile fresco e attuale rende la lettura davvero molto scorrevole, le parti hot sono passionali ma ammantate di dolcezza, il che le rende, a mio giudizio, godibilissime.

Nel corso del racconto i nostri protagonisti si troveranno ad affrontare anche una situazione poco chiara, e ritroveremo tutti i protagonisti dei volumi precedenti che sono stati il perfetto contorno per questa storia. Il romanzo è narrato in prima persona col pov dei tre protagonisti alternato. credo non mi rimanga altro che consigliarvi di leggere l’intera serie Love… di Irene Pistolato perché ogni storia racchiude un piccolo mondo che merita di essere scoperto. Inutile dire che io li ho amati tutti e che aspetto con ansia settembre… Intanto vi auguro buona lettura, Jenny.

Ringraziamo di cuore a tutti quelli che continueranno a sostenerci seguendoci e per chi farà una piccola donazione! Grazie di cuore!