Titolo : The Wolf: il lupo cattivo

Autrice: Raffaella Spano
 
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Leggi la nostra Privacy Policy.

Recensione

The Wolf: il lupo cattivo - raffaella Spano

Salve readers, oggi vi parlerò di The Wolf:il lupo cattivo, di Raffaella Spano. Come spesso mi capita la copertina è la prima cosa che mi attrae, e in questo caso è innegabile che sia straordinariamente bella, poi leggo la trama e se mi incuriosisce vado avanti nella lettura.

La trama mi intriga e comincio a leggere, dopo i primi tre
capitoli il mio interesse andava scemando di pagina in pagina, ma siccome sono testarda ho continuato a leggere, e finalmente intorno al decimo capitolo la storia ha cominciato a farsi davvero interessante. Aldilà dell’impressione negativa che mi hanno dato i primi capitoli, il libro merita.

“Non chiudo gli occhi. Non prendo un ultimo e probabile sospiro. Premo il grilletto come faccio ogni fottuto mercoledì pomeriggio alle sedici, da quando avevo tredici anni. Oggi ne ho diciassette, e la pistola si ostina a sparare sempre a vuoto. Anche adesso emette quel metallico e vuoto click, ricordandomi che anche alla morte faccio schifo.”

The Wolf:il lupo cattivo è la storia di Kimberly, diciassettenne che viene bullizzata verbalmente da che ne ha memoria. È una ragazza forte, abituata a sopportare e a prendersi cura dei più deboli, anche se nessuno si è mai preso cura di lei.

È anche la storia di Jax, il lupo, il capo branco, il cattivo. Il ragazzo di cui anche la madre ha paura, quello che da quando da dodicenne era stato accusando
ingiustamente e punito per qualcosa che non aveva fatto, si era tramutato in un mostro senza sentimenti e senza pietà.

Ora che è tornato nella sua isola tutti temono che col branco ricominci a terrorizzare
la città. Dal canto suo Kim non ha nessuna voglia di farsi spaventare da quell’arrogante prepotente col fisico statuario… parole sue!

“E’ magnifico il rumore che produttore le mie nocche quando si schiantano sulla faccia di qualcuno. Specie quando rompono le ossa di uno schifoso porco
ubriacone. Viktor si sta meritando tutti i cazzotti che gli sto dando, e non solo.
Quando vedo che fatica a rialzarsi per le botte, comincio a pestargli con forza le mani. Le spiaccico sull’asfalto viscido nel vicolo cieco e buio alle spalle della
bettola di Finn. E lui grida. Grida forte.”

E sì, perché se Jax era già bello da ragazzino, dopo aver passato due anni ad addestrarsi coi Navy Seals, dove era stato costretto ad andare dopo una bravata
particolarmente grave, ora è decisamente più sexy, più definito, più uomo, ma sarà anche più cattivo o avrà imparato la lezione?

Nessuno immagina che Jax sia molto più del lupo cattivo che vuol far credere, così come nessuno immagina che Kim “la figlia della prostituta” sia vergine, o che desideri ardentemente morire. Nessuno in quell’isola maledetta si interessa veramente agli altri, sanno solo accusare e nascondere.

“ -Sto bene, ma non ho molto tempo. Ti ho chiamato solo per dirti che avevi ragione quel giorno a casa mia: con la speranza si combatte meglio. Ora l’ho
capito-.
-Jax…- non ho voce.
-Ho fatto un casino per cercare il numero di telefono della tua nuova casa. Me l’hanno dato proprio adesso, giusto in tempo, perché sto per prendere parte a una missione importante e poi non so se avrò più l’occasione di chiamarti. Ma ascoltami, Kim: mi manchi terribilmente!Non faccio altro che pensare a te, ogni santo giorno da quando sono qui-.
-E’ quello che faccio anche io-, rispondo tra le lacrime.
-Scusami se ti ho trattata male, se ti ho mandata via e se non ti ho detto la verità.


Ma te la dico adesso: io ti amo Kim. Ti amo forse da quella notte che ti ho vista in piedi davanti al frigorifero a casa mia, non lo so, ma ti amo. E questo mi sta dando la forza di superare queste giornate orribili, insieme a una foto che ho di te e che conservo nel mio elmetto. Te l’ho scattata una notte mentre dormivi al mio fianco, scusami se non te l’ho detto-.”

Dopo la difficoltà iniziale ho amato il modo in cui la Spano ha reso tangibili le loro emozioni, mi ha fatto sentire il dolore, la vergogna e la voglia di rivalsa di Kim, e la paura di sperare in una vita dopo la guerra di Jax. Mi ha fatto sentire la rabbia scorrermi nelle vene, ogni volta che Kim subiva un’altra ingiustizia, e mi ha fatto
godere quando armata di pugnale tecnico ha infilzato le mani del bastardo che pestava sua madre.

Mi sono sentita uno schifo quando ho capito cosa si nascondeva dietro il comportamento di Drew e imbestialita quando Jax ha rivelato le intenzioni di
Liam. Il modo evocativo in cui ha trattato ogni avvenimento è fantastico e la sua capacità di rendere completi anche i personaggi secondari impeccabile.

La storia è scritta quasi esclusivamente dal punto di vista di Kim con alcuni capitoli dal Pov di Jax, ma sufficienti a dare la giusta prospettiva all’intero libro. Ho rischiato di abbandonarlo, ma sono contenta di non averlo fatto perché The Wolf: il lupo cattivo è davvero un bel libro e dovreste leggerlo anche voi!

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Trama

The Wolf: il lupo cattivo - raffaella Spano

Anni ’80.
Dopo due anni di addestramento militare, Jackson Morales, a soli ventun anni, è diventato un Navy Seals, e ora sta facendo ritorno sulla sua isoletta natia al largo della California. La sua famiglia, e soprattutto suo fratello Brandon, sperano che sia migliorato, dato che è stato cacciato dall’ isola proprio per il suo comportamento violento e malvagio.

Aveva creato non pochi scompigli tra gli abitanti dell’ isola insieme al suo branco formato da quattro ragazzi spietati come lui, soprannominati “I Lupi” e adesso si spera che le rigide regole militari l’ avranno almeno un po’ addomesticato.

Ma si può addomesticare un lupo cattivo?
Questo è quello che si chiede Kimberly Cooper, la migliore amica di Brandon. Sa di cosa è capace Jackson e sa anche che Brandon ha sofferto molto a causa sua, solo perché aveva avuto il coraggio di mostrarsi per quello che sentiva di essere davvero: una donna.

E Kimberly adesso sa che deve proteggere a tutti i costi il suo migliore amico, ma riuscirà lei a proteggere se stessa dalla crudeltà di Jackson? Perché, dopotutto, una risposta alla sua domanda c’ è: un lupo cattivo non può essere addomesticato.

The Wolf: il lupo cattivo - raffaella Spano
Buona lettura, jenny.

Se ti è piaciuta questa recensione ti consiglio di acquistare questo libro direttamente su Amazon  Cliccando qui

Ringraziamo di cuore a tutti quelli che continueranno a sostenerci seguendoci e per chi farà una piccola donazione! Grazie di cuore!

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?