Titolo : MALEDETTA PRINCIPESSA
 
Autore : MAURA GRIGNOLO
 
Casa Editrice : Self.
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Leggi la nostra Privacy Policy.

Recensione

MALEDETTA PRINCIPESSA - MAURA GRIGNOLO

Sii Bella. Sii Perfetta. Sii Impeccabile. E lo ero diventata. Avevo diciassette anni ed ero diventata
il mio stesso incubo. E di quell’incubo ne portavo addosso tutte le sfumature, dalla più dorata
alla più scura.

Celeste ragazza di 17 anni ha problemi a relazionarsi con il cibo vive tra anoressia e bulimia odia se
stessa e la sua vita. La sua famiglia è un disastro da quando la sorella è morta. Vive con un padre
che elabora il lutto scappando da casa, lavorando o cercando conforto tra le braccia di una giovane
amante e sua madre la perseguita, obbligandola ad una perfezione impossibile da raggiungere,
dove bisogna essere sempre perfette in ordine e mangiare un tot di calorie al giorno per non
ingrassare…

Ma c’è anche una parte bella della sua vita, che accetta Celeste per come è e vorrebbe solo il meglio per lei. Nella sua vita c’ é Landon, amico d’ infanzia, i due crescono insieme lui conosce le sue fragilitá il suo modo di vivere sa come prenderla e le sta accanto anche se vorrebbe di più dell’ amicizia.

Nel cammino di Celeste entra poi Oliver un ragazzo nerd, sexy, occhi blu. Celeste per la prima volta sente nascere dentro di se un sentimento nuovo, a vedere un po’ di luce nelle tenebre che la circondano.
Ma in quei giorni nella scuola dove vanno c’ é il ballo con l’elezione della reginetta della scuola…

Fallire, di nuovo, avrebbe significato perdere per sempre l’affetto di mia madre, trasformarci entrambe in due estranee che in comune avevano solo il tetto in cui abitavano. O forse neanche quello, mia madre sarebbe capace di sbattermi fuori casa per l’ennesimo disonore che avrei portato alla famiglia. Dovevo vincere, la mia era davvero una questione di vita o di morte.

E’ un romanzo complesso nascosto in una storia di adolescenti. Ma quando si tratta di adolescenti
le cose non sono mai semplici. Ogni problema diventa gigante, una tragedia immane e insormontabile. Questo romanzo non è solo questo.

Tratta dinamiche familiari tremende, violenza psicologica, manipolazione, disturbi alimentari gravi, una scala di valori tutta fuori posto.
Difficilmente apprezzo un romanzo in cui la protagonista è antipatica e si fa odiare per gran parte
del libro. Invece qui, nonostante Celeste, apprezzo la storia.

Una vita perfetta all’apparenza, come un dolce finemente decorato con glassa pregiata, ma
all’interno pieno di vermi in attesa di farmi crollare tutta quella costosa impalcatura. Quella era la mia vita.

Celeste ha tanti problemi. Probabilmente nelle favole potrebbe essere un personaggio cattivo,
l’antagonista dell’eroina di turno. E’ cattiva, egoista, egocentrica, manipolatrice, immatura.

Certo scavando nella storia, capisci che ci sono dei motivi per cui è così che ti portano ad avere compassione di lei, ma nemmeno il casino mentale creato dalla madre e dalla morte della sorella sono in grado di giustificare le cattive scelte che ha fatto nel corso della settimana che precede il ballo della scuola.

Anche di fronte alle peggiori azioni (e due sono clamorosamente grosse, da bulla sulla strada per diventare una teppista) trova sempre giustificazioni per lavarsi la coscienza o per non farsi giudicare dagli altri.
In tutto questo c’è Landon che sempre le sta a fianco, la protegge e la scusa per ogni azione (o quasi).

Sicuramente il suo atteggiamento nei confronti di Celeste è dovuto all’affetto e l’amore che prova per lei da sempre. Ma la settimana prima del ballo molte cose portano Landon ad aprire gli occhi.

Le persone cattive fanno una cosa simile, quelle buone, come pensavo fossi tu, non pensano neanche di mettere in atto una cosa del genere… ma… cazzo! Tu sei peggio che cattiva, sei meschina. Sì, lo sei, perché non ti importa proprio niente di quello che hai fatto… Ti da fastidio essere stata scoperta, questo è l’unico motivo per cui continui a giustificarti

Celeste continua sulla sua strada, con due obiettivi ben in testa, pensando “dopo risolverò tutto con Landon”. I suoi obbiettivi sono un ragazzo, Oliver, e vincere il titolo di reginetta del ballo. E per raggiungere questi obiettivi è disposta a tutto senza curarsi di nulla e nessuno. Non si fa scrupoli nemmeno ad usare le persone, niente e nessuno riesce a fermarla, nemmeno la sua amica Nicole.

“mi state guardando come se fossi una specie di killer”

“No” precisò Nicole “solo una stronza”

Oliver è un ragazzo buono, un nerd che in una estate è diventato il ragazzo più bello e interessante della scuola. Anche lui è interessato a Celeste ma sembra andare oltre alle apparenze di ragazza perfetta e sembra capirla davvero.

Con lui Celeste scopre l’amore e inizia quasi a volersi bene un po’, a non disprezzarsi e basta. Ma il viaggio verso la salvezza è molto lungo e impervio.

“Oliver non ho nessun problema alimentare” Annuì, sondandomi. “Probabilmente è così, probabilmente non capisco, ma quello che so è che sono un semplice ragazzo diciassettenne che sta di fronte alla ragazza più fenomenale della scuola e le sta chiedendo con tutto il cuore di non lasciarsi morire per arrivare a pesare trenta chili”
Quelle parole furono una lama gigante e ghiacciata che mi tagliò in due.

Però Celeste è determinata a diventare reginetta del ballo: ad ogni costo.
Quello che mi lascia più perplessa della storia è che nonostante ben due persone prima, Landon e
Nicole, e poi anche Oliver dopo, pur rendendosi conto che Celeste ha grossi e gravi problemi sia alimentari che emotivi e di gestione della rabbia, non siano intervenuti in alcun modo. Hanno semplicemente sempre assecondato le sue idee, felici o infelici che fossero, arrivando quasi sempre a giustificarla e proteggerla. Ma la vita arriva sempre a chiedere il conto prima o poi. E alla fine ti chiedi: ne valeva la pena? Solo per una stupida corona?

Un romanzo quindi complesso e articolato. Protagonisti molto giovani, che commettono errori da adolescenti come è giusto che sia, ma con profonde riflessioni che anche a distanza di giorni tornano a farmi pensare. E’ un romanzo abbastanza lungo ma è scritto in maniera scorrevole e fluida e intreccia molto bene vite e sentimenti. Ci sono molte emozioni e passioni, amore e rabbia e, infine, rimpianto.

Consigliato a chi ha voglia di leggere un romanzo che pur parlando di adolescenti non sia il solito
romanzo di amore/odio tra giovani ragazzi ma tratti anche tematiche più profonde.

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Trama

MALEDETTA PRINCIPESSA - MAURA GRIGNOLO

Pubblicato precedentemente sotto lo pseudonimo di Jenny Lane.
“ Amavo Landon con tutto il cuore. Poi è arrivato Oliver, travolgendo il mio mondo con i suoi
tatuaggi e i suoi occhi azzurri. “

A un primo sguardo, la vita di sembra perfetta e senza l’ombra di un problema. Ma in realtà Celeste è una sopravvissuta. A soli diciassette anni ha già sperimentato anni di abusi psicologici da parte di una madre che l’ha costretta fin da piccolissima a partecipare a squallidi concorsi di bellezza e che l’ha sempre fatta sentire una figlia inadeguata, l’eterna perdente che non ne combina mai una giusta.

Cresciuta con i continui diktat materni sul fatto che una ragazza per avere successo deve essere bella, magra e indossare gli abiti giusti, Celeste vive oppressa tra anoressia e bulimia, sfoggiando sempre quel sorriso che la rende una ragazza all’apparenza felice e fortunata.
In un simile caos senza capo né coda, l’unica costante che riesce a tenerla sul filo dell’equilibrio e della sanità mentale è Landon. Il migliore amico di una vita, il suo primo bacio, il ragazzo dagli occhi blu che l’ha sempre messa al centro del mondo e che l’ha fatta sentire una ragazza giusta e perfetta.

Sono destinati a stare insieme. L’uno la metà dell’altro.
Ma quando Oliver entra nella sua vita, Celeste avverte una connessione immediata. Qualcosa che
non ha mai provato con Landon. I loro sguardi s’incrociano e non c’ è più verso di tornare indietro a
chi era prima. A ciò che voleva prima. Tutto cambia, nel bene e nel male. Per la prima volta nella
sua vita, Celeste comincia a provare davvero qualcosa che non sia odio per se stessa e la sua vita.
Oliver non è più il ragazzo timido e patito di fumetti, ora è un ragazzo sexy con tatuaggi ancora più
sexy e una moto da favola. Qualcuno che sa come prenderla, qualcuno che la capisce e che non la
vuole cambiare.

“Sapevo perfettamente che non eravamo per fatti stare insieme: io ero una bambolina da
palcoscenico, lui un finto ragazzaccio pieno di tatuaggi, schivo e silenzioso. Io sognavo un futuro
migliore, lontano dai dogmi di mia madre, mentre lui lottava con i suoi incubi, senza perdere mai il
sorriso. Non potevamo stare insieme, ero certa che gli avrei fatto solo del male. Sono marcia, tutto
quello che tocco va inesorabilmente in rovina. Credetemi. Ma più di tutto, sapevo che quei suoi
occhi blu avevano ormai sconvolto tutto il mio mondo e non ci sarebbe stato verso di dimenticarli.“

Perché le anime di Celeste e Oliver, seppur strappate in maniera differente, sono legate da un filo
invisibile che le ha fatte incontrare, a loro insaputa, in un giorno lontano e drammatico.
Oltre quei tatuaggi e quel nuovo aspetto, si nasconde un ragazzo che soffre per la perdita di una
persona amata, un ragazzo che in Celeste non vede solo una ragazza con la lingua velenosa, ma qualcuno da proteggere con tutto se stesso.

Ma Celeste sarà in grado di rompere per sempre con il passato e aprirsi al cuore di Oliver? Cosa
succede quando tutto ciò che si desidera è la chiave per la nostra più grande distruzione?
Con sette giorni per riuscire a diventare reginetta della scuola, Celeste commetterà suo malgrado
uno sbaglio dopo l’altro, lasciando che il buco nero dal quale da sempre cerca di scappare la trascini in un baratro profondo, lontana da tutti i suoi affetti.
Soprattutto quello più importante.
Quel ragazzo che da bambina ha baciato dietro le altalene.

“ Sotto quell’aspetto da principessina snob, volevo solo essere amata e capita, cosa che nella mia
vita non era mai successo. Solo Landon era riuscito a vedermi davvero. E io ho mandato a puttane
tutto quanto. “

Una storia di passione ed errori. Di scelte e di amore. Intrigante e sensuale.

MALEDETTA PRINCIPESSA - MAURA GRIGNOLO
Buona lettura, simona.

Se ti è piaciuta questa recensione ti consiglio di acquistare questo libro direttamente su Amazon  Cliccando qui

Ringraziamo di cuore a tutti quelli che continueranno a sostenerci seguendoci e per chi farà una piccola donazione! Grazie di cuore!

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?