Titolo : MALVAGIO FINO ALL’OSSO
 
Autore : Tony J.Forder
 
Casa Editrice : Nua Edizioni 
il dimagrimento che hai sempre sognato
MALVAGIO FINO ALL’OSSO – Tony J.Forder

Salve readers, oggi voglio parlarvi di un libro diverso dai soliti che leggo, Malvagio fino all’osso, un thriller di Tony J. Forder

Ho trovato buona la trama, un buon intreccio di personaggi e di avvenimenti, il protagonista ben caratterizzato e credibile nel suo ruolo, un po’meno il suo antagonista a cui è stata data poca importanza. 

Malvagio fino all’osso in linea generale è un bel libro, però mi ha un po’deluso il ritmo della storia, un po’troppo lento per essere un thriller, poca suspence e poca azione. 

Nel descrivere le scene dei crimini consente poca partecipazione al lettore che un po’si perde nelle considerazioni del protagonista. 

Queste ultime considerazioni  su Malvagio fino all’osso possono sembrare negative, ma in realtà non lo sono, probabilmente ho solo visto troppe puntate di serie crime e nei film per ovvie ragioni il ritmo è più veloce, forse per questo non ho apprezzato appieno l’indiscussa bravura dell’autore. 

Mi ritengo piuttosto brava nella risoluzione dei casi prima dei protagonisti e devo ammettere che pur essendoci riuscita, qui non è stato facile e questo è sicuramente un altro punto a favore.

 

“Bliss trovava curioso che il corpo non fosse stato sepolto più lontano rispetto a uno dei tanti sentieri serpeggianti che segnavano il bosco come una ragnatela. 

Aveva l’impressione che, dovendosi prendere il disturbo di seppellire qualcuno, tanto valeva farlo nel modo più corretto. 

Ma si rese conto che avrebbe comunque rischiato di rimanere nascosto per sempre, se una coppia di bambini di dieci anni non avesse deciso di sotterrare una capsula temporale.”

 

Bliss, è  ispettore di polizia in una cittadina dell’est dell’Inghilterra che nasce sulle sponde del fiume Nene, Peterborough. 

Reduce da un terribile lutto, a dispetto dei suoi 43 anni, vive la sua vita in solitudine non credendo di meritare niente di meglio. 

Come se non bastasse, un superiore lo odia a morte per aver perso una promozione a causa di una sua azione finita male e la salute lo sta abbandonando.

 

Jodie Maybanks, la vittima, era una ragazza scappata di casa a sedici anni per poter continuare a drogarsi e a vendersi per pagarsi la droga, morta e seppellita a venti mentre aspettava un bambino.

“Emily indossava un maglione celeste brillante e pantaloni gessati neri. Era splendida e quel giorno profumava di arance. 

Ordinarono e si accomodarono, mentre Bliss cercava di vederlo più come un pranzo con una collega che un appuntamento. In quel modo, sarebbe riuscito a restare calmo.”

 

Il tipo di vita condotto dalla ragazza appare subito come il motivo dell’omicidio, ma il caso è difficile perché i resti della povera ragazza sono rimasti sepolti per sedici anni e il tempo ha lasciato ben poche prove a disposizione del nostro ispettore.

Bliss però nasconde un asso nella manica, Emily Grant, la signora delle ossa, un antropologa competente e molto affascinante.

Emily in effetti è molto d’aiuto al caso, ma è anche molto interessata a migliorare anche la vita privata, oltre a quella lavorativa di Jimmy Bliss.

 

Trattandosi di un cold case, la squadra investigativa deve indagare alla cieca e lo fa in tutte le direzioni possibili, ma ogni volta che sembrano aver capito come sono andate le cose e chi è il colpevole, un altro crimine si aggiunge al caso buttando all’aria tutte le conclusioni precedenti.

 

“Bliss provò a guardarlo come avrebbe fatto con qualsiasi sospetto. Era una sensazione strana, che gli diede un leggero sentore di nausea quando l’adrenalina entrò in circolo.”

 

Come sempre non vi darò nessuno spoiler, e in questo caso trattandosi di un thriller penso me ne sarete grate/i, vi dirò che io ho capito chi fosse il colpevole circa trenta pagine prima di Bliss, aspetto di sapere quanto ci metterete voi.

Quindi mentre io comincio il secondo libro L’odore della colpa,

vi auguro buona lettura, Jenny.

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Trama

MALVAGIO FINO ALL’OSSO – Tony J.Forder

Tra i boschi di Peterborough, nella contea del Cambridgeshire, vengono rinvenuti i resti di uno scheletro. 

L’ispettore James Bliss e l’agente Penny Chandler investigano sul caso e scoprono che la vittima, una giovane donna, è stata spostata dal luogo di sepoltura originale.

Un testimone è convinto che una ragazza sia stata investita da un’auto nella lontana estate del 1990, e che la polizia sia intervenuta. 

Tuttavia, non esiste documentazione relativa all’incidente o alla presunta vittima. Mentre il caso progredisce, un paio di agenti in pensione vengono uccisi. 

I due avevano legami con dei colleghi che erano in servizio al momento della segnalazione di un incidente stradale.

Bliss e Chandler, indagando, scavano più a fondo e cominciano a chiedersi se alcuni ufficiali di alto grado possano essere coinvolti nell’omicidio della giovane donna sepolta nei boschi.

Ogni anello della catena subisce pressioni, compreso l’ispettore, che si scontra con i superiori e i media.

Quando la sua squadra riceve avvertimenti mirati, Bliss dovrà decidere se mollare il caso o perseguire i responsabili.

Abbandonerà, in modo da non danneggiare la propria carriera, oppure lotterà a ogni costo?

Ed è possibile che il killer sia molto più vicino di quanto i due immaginino?

MALVAGIO FINO ALL’OSSO – Tony J.Forder
Buona lettura, Jenny.

Se ti è piaciuta questa recensione ti consiglio di acquistare questo libro direttamente su Amazon  Cliccando qui

Ringraziamo di cuore a tutti quelli che continueranno a sostenerci seguendoci e per chi farà una piccola donazione! Grazie di cuore!

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Leggi la nostra Privacy Policy.

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?