Titolo: L’Angelo della porta accanto


Autrice: Adele Ross


Genere: Christmas Romance

Data Pubblicazione: 9 Novembre 2020

Recensione

L’Angelo della porta accanto - ADELE ROSS

Salve readers, eccoci con la prima storia natalizia di quest’anno, oggi vi parlerò in anteprima del nuovo lavoro di Adele Ross: L’Angelo della porta accanto.

Ho già avuto modo di apprezzare la scrittura della Ross e devo dire che anche in questa storia non si è smentita.

Amo il modo in cui incuriosisce il lettore impedendogli di mettere via il libro prima di averlo finito, il modo impeccabile in cui delinea i protagonisti, e quello in cui descrive i luoghi di cui parla, ti fa avere la sensazione di essere lì, se lei scrive che piove, tu senti la pioggia scorrerti addosso.

L’Angelo della porta accanto è un libro dolcissimo, dai toni pacati, che non ti travolge con scene di passione o drammi assurdi, ma ti avvolge come una coperta calda, e ti culla col suo tepore.

Ti fa riscoprire sentimenti semplici, complicità fatte di sguardi, sensazioni che si sentono a pelle senza mai sfiorarsi davvero. 

La storia di Hope e Daniel è complicata da cose che sfuggono al loro controllo, lei è una giornalista free lance, lui un insegnante di

buone maniere, lei è curiosa per natura e impicciona per deformazione professionale, lui è tutto il contrario, posato, riservato, nulla lo turba, ma niente lo lascia indifferente.

Daniel Whitesmoke non amava solo passeggiare, amava anche altre cose, tra cui il silenzio e la riflessione.


uno dei motivi per cui aveva scelto di vivere ad angels street nell’hammersmith era proprio il silenzio.


E il fatto che poteva vivere mantenendo la sua riservatezza.


se il quartiere di hammersmith poteva apparire un mondo fuori dal mondo, l’appartamento di Daniel Whitesmoke poteva sembrare addirittura un altro mondo.


come tutta la vita di Daniel Whitesmoke d’altronde.

La curiosità di Hope la fa avvicinare a lui ogni giorno di più, inizialmente vuole scoprire cosa nasconda nella sua scuola di buone maniere, perché a lei risulta incredibile che qualcuno nel ventunesimo secolo intraprenda quel business, ma poi si rende conto che è lui che le interessa.

Lui, coi suoi occhi di un azzurro così intenso da risultare innaturale, lui, coi capelli biondi mai del tutto domati, lui, con quel sorriso aperto e rassicurante e quella voce calda e dolcissima, sì, Hope voleva sapere tutto di lui.

Ma torniamo a Hope Heartkindness. Hope non amava particolarmente studiare però amava la letteratura e la matematica. Cosa che potrebbe apparire un controsenso ma non lo era. 

Precisamente più che la matematica Hope Heartkindness adorava la logica e tutto ciò che era logico, conteneva logica, poteva essere misurato con il metro della logica.

Daniel dal canto suo non può permettere che lei si avvicini troppo, che sospetti, che capisca chi o cosa è davvero… lui non può provare nulla per quella ragazza, non gli è permesso, non dovrebbe nemmeno avere contatti con lei, rischia di essere punito; ma quale punizione potrebbe essere peggiore di quella di stargli lontano?

Poi si alzò in punta di piedi e con le sue labbra sfiorò quelle di lui in un tocco leggerissimo.

<>concluse infine percependo di averlo profondamente turbato.
Sorrise, convinta di aver segnato un punto in quella battaglia tutta sua e convinta che forse un’altra strada c’era per arrivare ai segreti di quell’uomo. 

Lui non era insensibile a lei.


E quello era decisamente un vantaggio.

Io in genere non amo le storie brevi, ma L’Angelo della porta accanto mi ha conquistato, ora prendete una tazza di cioccolata calda, mettetevi comode, magari davanti al camino e lasciate che questa bella storia conquisti anche voi, buona lettura, Jenny.

Se ti è piaciuta questa recensione ti consiglio di acquistare questo libro direttamente su Amazon in maniera facile e sicura cliccando qui

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Trama

L’Angelo della porta accanto - ADELE ROSS

Londra. Quasi Natale (non ancora ma manca poco).


Hope Heartkindness si ritrova senza casa e, sapendo che il suo magro stipendio non le può assicurare di pagare un affitto, accetta l’offerta dell’amica Felicia di trasferirsi nel suo appartamento. 

Un grazioso appartamento al terzo piano di una piccola palazzina nella tranquilla Angels Street, proprio nel cuore del romantico quartiere di Hammersmith.

La ragazza si ritrova così catapultata in una Londra al di fuori della frenetica City e circondata da pittoreschi e strani personaggi. 

La quiete in Angels Street è la caratteristica principale, quiete e riservatezza, due peculiarità che contraddistinguono tutti gli inquilini di quella palazzina. 

Soprattutto Mister Whitesmoke, eccentrico e insolito personaggio che vive dietro la porta accanto a quella di Hope e Felicia. Riservato, gentile, un vero gentiluomo d’altri tempi, anche un po’ fuori moda.

Ma cosa nasconde realmente Daniel Whitesmoke?
cosa si cela dietro la porta di quella silenziosa e misteriosa “Scuola di buone maniere” che l’uomo gestisce? 

Hope, come ogni brava giornalista in erba, decide di scoprirlo, anche perché quello strano personaggio, che lei è certa di non aver mai visto prima, le trasmette un’insolita e familiare sensazione… oltre alla intima certezza di avere un legame con lui che affonda le sue origini in un passato che Hope nemmeno ricorda.

Ma Dio e tutte le schiere di angeli, lassù nel Regno dei Cieli, ha un disegno già stabilito per Hope, per Daniel e per tutti i personaggi che li circondano mentre la razza umana ignara di tutto si sta preparando a festeggiare un nuovo Natale.

L’Angelo della porta accanto - ADELE ROSS
Buona lettura, JENNY.

Ringraziamo di cuore a tutti quelli che continueranno a sostenerci seguendoci e per chi farà una piccola donazione! Grazie di cuore!

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?