Titolo: Consume me

Autore: Elvereth Ahn

Genere: Fantasy

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Recensione

Consume me – Elvereth Ahn

Ciao bellezze! Questa settimana per la rubrica Fantasy vi parlo di una piacevolissima scoperta: si tratta di Consume me di Elvereth Ahn, un dark paranormal uscito in self il 4 Luglio 2018. 

Readers, io ho letto tutti i libri che questa talentuosissima autrice ha scritto sotto pseudonimo, quindi è stata una scoperta incredibile trovarne uno di genere Dark fantasy! 

L’ho letto tutto d’un fiato perché Consume me è un romanzo con numerosi punti di forza che vanno scoperti pagina dopo pagina. 

Purtroppo non posso rivelarvi l’elemento che ho amato di più perché farei uno spoiler, però posso assicurarvi che in questa lettura l’inaspettato la fa da padrone. 

Il libro racconta non solo l’insolita storia d’amore tra Evil, figlio del diavolo, e Hope, ragazza la cui anima è stata venduta all’oscuro, ma anche il viaggio interiore che entrambi compiono dalla prima all’ultima pagina. 

Il rapporto tra i due protagonisti non è un amore canonico proprio per i ruoli che entrambi ricoprono,appare più che altro come una passione irrefrenabile basata sul possesso e sul destino comune a cui non possono sfuggire.

<<Lei è mia. A causa del suo marchio. Mia a causa del mio sangue che scorre dentro di lei. Mia perché ormai l’oscurità l’ha infettata. 

Lei è mia perché, nonostante l’oscurità, riesce ancora a credere nella sua umanità. A causa di tutto ciò, e del mio cuore umano che la brama e brama la sua piccola luce, lei è mia. E io, ormai, temo di essere suo.>>

Evil è un demone per metà,nato dal diavolo e da una madre umana da cui ha ereditato un cuore che batte, è sexy, carismatico e potente. 

Hope è una ragazza che vive sapendo di  dover raggiungere gli inferi prima o poi, vittima della cupidigia del padre, il quale l’ha usata come merce di scambio. 

E’ una donna tenace, forte, disposta a sacrificare se stessa pur di preservare gli altri, portatrice di luce nonostante le tenebre.

<<Non è Evil a spaventarmi, quanto la consapevolezza che, anche se non lo vediamo, anche se non ne siamo sempre testimoni, il Male alberga nel cuore delle persone. 

Qualunque esse siano. Per esempio mio padre, che per ottenere di più dalla vita ha deciso di affidarsi al Diavolo. E persino in me che, anche se non vorrei ammetterlo, bramo le mani di Evil sul mio corpo.>>

Evil e Hope possono essere paragonati  allo yin e allo yang perchè, durante il loro percorso, evidenziano quanto sia importante che le forze positive e negative coesistano non in una battaglia, piuttosto in una sorta di equilibrio cosmico. 

Lo yin e lo yang sono legati ma indipendenti e l’uno non può prescindere dall’altro. 

Elvereth Ahn ha saputo creare, ancora una volta,un romanzo bello ed inaspettato, in cui ogni personaggio ha un ruolo ben preciso e nulla è lasciato al caso. 

Ha creato due protagonisti che non diventano la caricatura di loro stessi andando avanti con la lettura, ma che maturano e scoprono tutte le loro sfaccettature, anche quelle che ai loro occhi appaiono più spiacevoli. 

Consume me non ha bisogno di troppi fronzoli,è un libro dinamico, oscuro e potente,ricco di azione e di passione raccontata in scene erotiche da cardiopalma.

<<È come se stessimo lottando, con le mani che si toccano senza mai fermarsi e percorrono ogni parte di noi, con i denti che cozzano, le lingue che si attorcigliano e le bocche che mordono. Non c’è più pietà, non c’è bontà. 

C’è semplicemente la nostra furia, il nostro tormento, la nostra anima dannata e i nostri cuori umani. C’è il fuoco che ci fa bruciare insieme e rende l’Inferno anche la mia casa>>

Bellezze, spero vivamente che l’autrice crei altre storie appartenenti a questo genere. Nel frattempo vi consiglio assolutamente Consume me e spero che possiate apprezzarlo quanto l’ho amato io. Buona lettura,

sempre vostra Eleonora!

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Trama

Consume me – Elvereth Ahn

Evil:

Sono nato in una notte senza luna e senza stelle. Un benvenuto perfetto per chi nasce con l’anima nera. Amo distruggere, arrecare dolore. 

Amo sentire le urla dei dannati.Perché sono il figlio del Diavolo e le tenebre sono la mia casa.Devo portare a termine una missione: infangare d’oscurità l’anima di una donna marchiata dall’infanzia. Hope Anderson. Lei rappresenta il punto di svolta per noi demoni.

Per l’Inferno.Ma non era previsto che risvegliasse in me l’unica cosa che ho cercato di sopprimere fin da quando ne ho memoria.

Hope:

Sono merce di scambio. La mia vita non mi appartiene. Lo conferma il pentacolo capovolto impresso sul palmo della mia mano sinistra. Il simbolo del Diavolo. 

Ho scoperto parti di me che nemmeno pensavo esistessero: il desidero di fare del male, la sete di vendetta, la voglia di vedere scorrere il sangue. 

Il buio che mi ha sempre tormentata, ora, mi ammalia. Mi seduce grazie a degli occhi rossi capaci di consumarmi con una passione deviata. Il loro richiamo è potente e non riesco a resistere. O, forse, non voglio resistere.

Consume me – Elvereth Ahn
Buona lettura, Eleonora.

Se ti è piaciuta questa recensione ti consiglio di acquistare questo libro direttamente su Amazon  Cliccando qui

Ringraziamo di cuore a tutti quelli che continueranno a sostenerci seguendoci e per chi farà una piccola donazione! Grazie di cuore!