Titolo : L’OSSESSIONE DEL MILIARDARIO
 
Autore : J. S. Scott
 
Casa Editrice : Golden Unicorn Enterprises, Inc.
Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Leggi la nostra Privacy Policy.

Recensione

L’OSSESSIONE DEL MILIARDARIO – SIMON, J. S. Scott

Salve readers, cosa state leggendo di bello? 

Io oggi ho cominciato il recupero dei primi quattro volumi della serie L’Ossessione Del Miliardario che mi mancano, sapete già che il primo che ho letto era il quinto della serie , e visto che sono tutti autoconclusivi potevo anche lasciare così, ma non è da me, e così oggi ho letto il primo che da anche nome alla serie L’Ossessione del Miliardario-Simon.

Che dire di questa storia? Simon ha un background così difficile e doloroso che non entrare in empatia con lui è impossibile.

“Aveva delle fantasie e tutte ruotavano intorno a Kara distesa sul suo letto, urlando il suo nome, mentre la faceva venire, più e più volte. 

Simon fece un respiro profondo e lentamente espirò, cercando di rilassare il corpo e dicendo a se stesso che doveva essere pazzo, dato che ripeteva esattamente lo stesso pensiero, notte dopo notte, per una donna che non aveva mai incontrato ufficialmente. 

Ma eccolo di nuovo lì… a dare le spalle allo strano portiere, che sbirciava maliziosamente fuori dalla finestra come un incauto stalker, in attesa di intravedere Kara Foster. 

Qualcosa di quella donna gli suscitava strani e territoriali istinti protettivi che lo tenevano lì…”

 

Simon è un uomo di successo, che insieme a suo fratello si è fatto dal nulla, grazie al suo ingegno e ai sacrifici che entrambi hanno fatto per ottenere quello che hanno, ma al contrario di Sam, vive quasi come se fosse recluso, al di fuori della famiglia non vede mai nessuno, nemmeno le donne; riesce a dare soddisfazione al proprio corpo sono dominandole, cosa per cui le paga con costosi regali o qualunque altra cosa loro chiedano per andarci a letto. 

Il problema relazionale di Simon è da cercare nel suo oscuro e segreto quanto doloroso passato. 

Un passato che ha lasciato profonde cicatrici sul volto e sul busto del ragazzo, che da quel momento in poi ha ritenuto di essere disgustoso alla vita e tutto eccetto che desiderabile.

«Sei stata sfrattata.» Il caffè le schizzò sulle dita, mentre sobbalzò, scioccata, fissandolo momentaneamente stordita. «Non è possibile. Lydia paga l’affitto. Riceve la mia quota ogni mese.»  

Raggiunse automaticamente un tovagliolo al centro dell’isola per pulirsi le dita, senza nemmeno far caso al dolore dell’ustione superficiale, essendo troppo sconvolta dalla sua affermazione. 

Era uno scherzo? Il senso dell’umorismo di Simon era completamente distorto? Non sapeva che non era bello stuzzicare una donna quasi indigente su quel genere di cose? 

Alla fine, il ragazzo incrociò il suo sguardo, con gli occhi torvi e con un accenno di comprensione. «Temo che la tua coinquilina se ne sia andata. 

Tutto quello che c’era nell’appartamento la scorsa notte era qualche scatola che conteneva alcuni dei tuoi documenti scolastici, il certificato di nascita e altri fogli di carta.» Le mani di Kara iniziarono a tremare e le poggiò sul tavolo di marmo. Non poteva essere vero. Non era vero. «Ci dev’essere un errore.»

 

Kara è una studentessa universitaria che si mantiene facendo la cameriera e che fa enormi sacrifici per far quadrare le spese. 

Divide un minuscolo appartamento con Lydia, e mangia quando le mance glielo permettono. 

Da quando i suoi genitori sono morti insieme quando lei aveva solo diciotto anni, la sua vita non è stata per niente facile, ma anche se con enormi difficoltà non si è mai arresa. 

Essere povera non le ha mai creato particolari problemi finché la sua coinquilina la fa ritrovare in mezzo a una strada, senza effetti personali, senza soldi e senza un tetto sulla testa.

«Ragiona, Kara. Hai bisogno di aiuto. Sono disposto ad aiutarti. Puoi finire il tuo ultimo semestre e vivere qui.»

«Perché? Perché mi terresti qui? Sono una perfetta estranea per te.»

Voleva dirle che non era mai stata un’estranea, dal primo momento in cui l’aveva vista. Qualcosa era scattato dentro di lui, qualcosa di selvaggio e di primordiale. -Hai bisogno di aiuto. 

Capita a tutti di aver bisogno di aiuto. Io avevo mio fratello. Sono stato fortunato.-

«Simon, non posso approfittarmi di te.»

Oh sì, puoi. Ogni volta che vuoi. Il ragazzo si lasciò cadere sulla sedia per nascondere la crescente erezione. 

Per fortuna, lei si sedette e tirò la tazza di caffè verso di sé. «Non ti stai approfittando. Stai solo accettando un piccolo aiuto.»

 

Simon ha seguito Kara nell’ombra per un anno, senza poterne fare a meno, senza capire perché volesse assolutamente vegliare su quella ragazza che non conosceva, con la quale non aveva mai avuto il coraggio di scambiare due parole. 

Per fortuna anche quella sera lui la stava osservando, appena in tempo per soccorrerla… 

Della storia non vi dirò nient’altro per non togliervi la possibilità di gustarvela come ho fatto io, vi dirò solo che se avessi cominciato da questo libro sarei stata molto più impaziente di leggere gli altri perché L’Ossessione Del Miliardario-Simon è una storia struggente e bellissima. 

Scritta a pov alternati che permettono di entrare in completa sintonia coi personaggi e con un linguaggio attuale che rende la lettura molto scorrevole, insomma a me L’Ossessione Del Miliardario-Simon è piaciuto tanto, ora tocca a voi, buona lettura, Jenny.

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?

Trama

L’OSSESSIONE DEL MILIARDARIO – SIMON, J. S. Scott

Grazie a un colpo di fortuna, la studentessa di infermieristica e cameriera a tempo pieno Kara Foster infligge un duro colpo alla sua già disperata situazione finanziaria, che sicuramente la condurrà a vivere per le strade. 

Non avendo bisogno di altro che un autentico miracolo per salvarsi, Kara ottiene l’aiuto da una fonte sconosciuta, improbabile e travolgente. Il miliardario Simon Hudson le fa un’offerta impossibile da rifiutare, ma terrificante, provenendo da un uomo che lei non conosce. 

Il bel milionario alpha sarà davvero una soluzione ai problemi o finirà per essere una complicazione maggiore e un pericolo per la sua sanità mentale?

Il solitario miliardario Simon Hudson preferirebbe stare dietro a un computer a creare giochi piuttosto che stare gomito a gomito con l’élite, e sa esattamente che cosa vuole… fin quando non incontra Kara Foster. 

Qualcosa di Kara colpisce Simon in un modo che non aveva mai sperimentato, e questo sicuramente non gli piace. 

Per oltre un anno, Simon tiene d’occhio Kara, ma rifiuta ostinatamente di ammettere il desiderio di possederla, addirittura a se stesso. 

Ma quando lei finisce in una situazione che potrebbe benissimo essere la sua distruzione, Simon si fa avanti per aiutarla, senza rendersi conto che nel salvare Kara, potrebbe benissimo salvare la sua stessa anima.

L’OSSESSIONE DEL MILIARDARIO – SIMON, J. S. Scott
Buona lettura, Jenny.

Se ti è piaciuta questa recensione ti consiglio di acquistare questo libro direttamente su Amazon  Cliccando qui

Ringraziamo di cuore a tutti quelli che continueranno a sostenerci seguendoci e per chi farà una piccola donazione! Grazie di cuore!

Vuoi ricevere in anteprima le nostre uscite ?